Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Abruzzo
segui quotidianosanita.it

Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila: 7 nuove ambulanze e un’auto medica hanno preso servizio nella provincia

L’arrivo delle ambulanze segna un forte rafforzamento della flotta dei mezzi del 118 in termini numerici e di qualità dell’assistenza nel soccorso sul territorio. Le 7 ambulanze, di cui una riservata al trasporto neonatale, sono dotate di uno speciale sistema che si attiva automaticamente e sterilizza l’abitacolo.

22 DIC - Inaugurate 7 nuove ambulanze, subito in circolazione in provincia,  in una breve cerimonia temuta nel piazzale antistante il pronto soccorso dell’ospedale di L’Aquila.

Presenti, tra gli altri, il manager della Asl, Rinaldo Tordera, il  direttore del 118 aziendale, Gino Bianchi, amministratori e sindaci di vari Comuni. I nuovi mezzi di soccorso sono stati benedetti dal cappellano dell’ospedale.

L’arrivo tutte insieme di 7 ambulanze segna un forte rafforzamento della flotta dei mezzi del 118, sia in termini numerici sia come qualità dell’assistenza nel soccorso sul territorio. Infatti le 7 ambulanze, di cui una riservata specificamente al trasporto neonatale, sono dotate di uno speciale sistema che si attiva automaticamente e sterilizza l’abitacolo dalla presenza di eventuali batteri, funghi e virus. Ciò grazie a una molecola inserita nei rivestimenti  interni dei mezzi che mette in moto il processo di sanificazione con luce e aria.

Oltre al nutrito ‘stock’ di ambulanze, grazie al finanziamento della regione, alla Asl è stata messa a disposizione una nuovissima auto medica. I moderni mezzi di soccorso, dopo  la benedizioni di rito e gli interventi delle autorità presenti, sono stati immediatamente assegnati ai diversi territori della provincia con queste modalità: 2 ad Avezzano, 1 a Sulmona, 1 a Castel di Sangro e altre 2, oltre a quella per l’emergenza neonatale,  all’Aquila. 


L’assessore regionale alla sanità Silvio Paolucci, che per impegni istituzionali non ha potuto presenziare questa mattina il ‘battesimo’ dei mezzi, ha posto l’accento sull’importanza della fornitura.

“E’ un’ulteriore testimonianza”, ha dichiarato Paolucci, “dell’impegno concreto della Regione nella strategia di supporto alle Asl tesa al  consolidamento della rete di emergenza-urgenza su tutto il territorio abruzzese. L’efficienza e l’ammodernamento del parco auto diventano in questo senso fattore decisivo per assicurare un’assistenza adeguata alla comunità”. 

I 7 nuovi mezzi, che hanno ‘esordito’, sono un’ulteriore tappa verso lo svecchiamento della flotta del 118 poiché si aggiungono ad altre 5 ambulanze acquisite negli ultimi 2 anni. Il parco auto, tra mezzi  già in uso e quelli appena arrivati, sale  complessivamente a 25 per tutta la provincia.

“Solo attraverso l’utilizzo di mezzi sempre più moderni”, ha detto il manager della Asl, Tordera, “sarà possibile alzare lo standard di efficienza di un servizio così importante come quello del 118, a maggior ragione in un comprensorio vasto, accidentato e dai difficili collegamenti come quello della provincia di L’Aquila: l’arrivo delle nuove ambulanze, equipaggiate con le più recenti dotazioni tecnologiche, va proprio in questa direzione”.

22 dicembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Abruzzo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy