Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 30 NOVEMBRE 2021
Basilicata
segui quotidianosanita.it

Covid. Bardi isola i comuni di Irsina e Genzano di Lucania

Dal 3 al 13 novembre i residenti ad Irsina e Genzano di Lucania non potranno allontanarsi dai rispettivi territori comunali, “se non per spostamenti motivati da comprovate situazioni di necessità o di urgenza ovvero per motivi di salute”. La decisione alla luce dell’incremento dei casi. Al 30 ottobre ad Irsinia risultavano 50 nuovi positivi, che si aggiungono ai 16 e ai 34 diagnosticati il 1 novembre, per un valore di incidenza pari a 1,46%.A Genzano, invece, il tasso di incidenza cumulativa risulta dell’1, 72% la percentuale di  positivi sul numero dei tamponi effettuati è del 15%. L’ordinanza

03 NOV - Isolata a partire da oggi, fino al 13 dicembre, i comuni di Irsina e Genzano. Il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi, infatti, alla luce dell'aumento dei contatti, ha firmato una nuove ordinanza che impedisce ai residenti ad Irsina e Genzano di Lucania non potranno allontanarsi dai rispettivi territori comunali, “se non per spostamenti motivati da comprovate situazioni di necessità o di urgenza ovvero per motivi di salute”. È previsto inoltre il divieto di ingresso nei medesimi territori ma è consentito, in ogni caso, “il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza”.

La decisione alla luce dell’incremento dei casi. Al 30 ottobre, secondo quanto scritto sull’ordinanza, ad Irsinia risultavano 50 nuovi positivi, che si aggiungono ai 16 e ai 34 diagnosticati il 1 novembre, per un valore di incidenza pari a 1,46%.A Genzano, invece, il tasso di incidenza cumulativa risulta dell’1, 72% la percentuale di  positivi sul numero dei tamponi effettuati è del 15%.

Ad Irsina e Genzano di Lucania inoltre, nello stesso periodo è prevista la “limitazione della presenza fisica dei dipendenti negli uffici pubblici”, la “sospensione delle attività didattiche in presenza delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, fatta salva l'adozione della didattica digitale integrata a distanza” e la “sospensione delle attività produttive industriali e commerciali ivi compresi i servizi di ristorazione, fatta salva la consegna a domicilio”, mentre “sono consentite le attività di vendita al dettaglio di generi alimentari e di prima necessità individuate nell'allegato l al DPCM l0 aprile 2020 e le attività inerenti i servizi alla persona individuate nell'allegato 2 del DPCM 11 marzo 2020”.


Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie. Ma deve essere garantita in ogni caso la distanza di sicurezza personale di un metro.

03 novembre 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Basilicata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy