Quotidiano on line
di informazione sanitaria
26 GIUGNO 2022
Cronache
segui quotidianosanita.it

Salmonella. Si allarga il focolaio. Ecdc: fino ad ora segnalati 324 casi in 16 Paesi sia Ue che extra Ue


Nuovo aggiornamento del Centro europeo di controllo delle malattie in seguito ai casi di salmonella che hanno anche portato alla chiusura della fabbrica della Ferrero in Belgio e il ritiro dal mercato dei prodotti usciti dallo stabilimento. Un caso anche in Italia. La maggior parte delle infezioni (86,3%) riguarda bambini di età pari o inferiore a 10 anni e per tutti i casi nell'UE/SEE e nel Regno Unito con informazioni disponibili, il 41,3% di loro è stato ricoverato in ospedale. Non sono stati segnalati decessi. IL REPORT

18 MAG -

Al 18 maggio 2022, 324 casi (266 confermati e 58 probabili) sono stati segnalati nell'UE/SEE (Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna, Svezia) e il Regno Unito, inclusi due ceppi distinti di S. Typhimurium monofasico. Inoltre, sono stati identificati casi in Canada, Svizzera e Stati Uniti. È quanto riporta l’Ecdc in un nuovo aggiornamento.

La maggior parte delle infezioni (86,3%) riguarda bambini di età pari o inferiore a 10 anni e per tutti i casi nell'UE/SEE e nel Regno Unito con informazioni disponibili, il 41,3% di loro è stato ricoverato in ospedale. Non sono stati segnalati decessi.

“I due ceppi di Salmonella – si precisa - sono multi resistenti e alcuni presentano anche resistenza ai disinfettanti a base di composti di ammonio quaternario e perossido di idrogeno, ma rimangono sensibili all'azitromicina, alla ciprofloxacina, al meropenem e alle cefalosporine di terza generazione. Indagini epidemiologiche e microbiologiche hanno identificato specifici prodotti di cioccolato fabbricati nello stabilimento di lavorazione di Arlon della Ferrero, in Belgio, come probabili veicoli di infezione. I due ceppi focolai di S. Typhimurium monofasico sono stati identificati in dieci degli 81 campioni positivi alla Salmonella prelevati nello stabilimento tra dicembre 2021 e gennaio 2022, tra cui materie prime (latticello), semilavorati e prodotti finiti. Il latticello è stato fornito da un fornitore italiano in cui la Salmonella non è stata rilevata. Il fornitore italiano ha consegnato il latticello anche ad altri impianti di produzione dell'azienda e, sulla base delle prove disponibili, la Salmonella non è stata rilevata in altri impianti”.

La chiusura dell'impianto di trasformazione belga l'8 aprile 2022 e il ritiro e il ritiro globali di tutti i loro prodotti hanno ridotto il rischio di esposizione, ma “potrebbero verificarsi nuovi casi a causa della lunga durata e della possibile conservazione dei prodotti a casa”.

L'impatto sulla salute pubblica delle rigorose misure di controllo attuate può riflettersi nel calo significativo dei casi segnalati tra le settimane 14 e 15 nell'aprile 2022. Tuttavia, tra i 156 casi segnalati in questo focolaio con date disponibili, il ritardo mediano tra l'insorgenza della malattia e la notifica al sistema di sorveglianza nazionale era di tre settimane con un massimo di cinque settimane. È anche probabile che i casi nei paesi che non hanno segnalato casi potrebbero non essere stati rilevati se i casi non fossero stati sequenziati di routine.

Infine, ci sono otto casi, che non possono essere spiegati dal consumo di prodotti a base di cioccolato dallo stesso stabilimento di trasformazione in Belgio, suggerendo che potrebbero esserci anche altre fonti di infezione, sebbene infezioni secondarie, che non possono essere escluse.

L'ECDC per questo “continua a monitorare la situazione e incoraggia gli Stati membri a prestare attenzione ai nuovi casi e a indagare sulle infezioni umane con ceppi che hanno profili di resistenza multifarmaco. Si raccomanda un ulteriore sequenziamento di tali isolati e l'ECDC offre supporto per il sequenziamento per i paesi con capacità di sequenziamento del genoma limitata o assente”.

Inoltre, l'ECDC “incoraggia ulteriormente le autorità sanitarie pubbliche a collaborare strettamente con le autorità per la sicurezza alimentare nei paesi colpiti”.



18 maggio 2022
© Riproduzione riservata
Allegati:

spacer Il Report Ecdc

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy