Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 30 GENNAIO 2023
Cronache
segui quotidianosanita.it

Dalle guerre ai disastri dovuti al cambiamento del clima aumentano le persone nel mondo che hanno bisogno di aiuti sanitari. L’appello Oms: “Per il 2023 servono 2,54 miliardi di dollari”


Il numero di persone bisognose di aiuti umanitari è aumentato di quasi un quarto rispetto al 2022, raggiungendo la cifra record di 339 milioni. Il direttore Tedros: “Più persone che mai affrontano il rischio imminente di malattie e fame e hanno bisogno di aiuto ora. Il mondo non può distogliere lo sguardo e sperare che queste crisi si risolvano da sole”

24 GEN -

L'Oms lancia un appello per contrastare le emergenze sanitarie del 2023 e stima servano 2,54 miliardi di dollari per fornire assistenza a milioni di persone in tutto il mondo. Il numero di persone bisognose di aiuti umanitari è infatti aumentato di quasi un quarto rispetto al 2022, raggiungendo la cifra record di 339 milioni.

Attualmente, l'OMS sta rispondendo a un numero senza precedenti di emergenze sanitarie che si intersecano: disastri legati al cambiamento climatico come le inondazioni in Pakistan e l'insicurezza alimentare nel Sahel e nel Grande Corno d'Africa; la guerra in Ucraina; e l'impatto sulla salute del conflitto in Yemen, Afghanistan, Siria ed Etiopia settentrionale: tutte queste emergenze si sovrappongono alle interruzioni del sistema sanitario causate dalla pandemia di COVID-19 e dalle epidemie di morbillo, colera e altri killer.

"Questa convergenza senza precedenti di crisi richiede una risposta senza precedenti", ha affermato il direttore generale dell'OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus. “Più persone che mai affrontano il rischio imminente di malattie e fame e hanno bisogno di aiuto ora. Il mondo non può distogliere lo sguardo e sperare che queste crisi si risolvano da sole. Esorto i donatori a essere generosi e ad aiutare l'OMS a salvare vite umane, prevenire la diffusione di malattie all'interno e oltre i confini e sostenere le comunità mentre si ricostruiscono".

L'OMS sta attualmente rispondendo a 54 crisi sanitarie in tutto il mondo, 11 delle quali sono classificate come Grado 3, il più alto livello di emergenza dell'OMS, che richiede una risposta a tutti e tre i livelli dell'organizzazione. Come spesso accade, i più vulnerabili sono i più colpiti.

Nel 2022, l'OMS ha fornito medicinali, altre forniture, formazione per medici e altri operatori sanitari, vaccini, sorveglianza avanzata delle malattie, cliniche mobili, supporto per la salute mentale, consulenze sulla salute materna e molto altro.

L'OMS fornisce risposte convenienti e ad alto impatto che proteggono la salute, la vita e i mezzi di sussistenza. Ogni dollaro investito nell'OMS genera almeno 35 dollari di ritorno sull'investimento.

L'OMS risponde alle emergenze sanitarie in stretta collaborazione con gli Stati membri, altre agenzie delle Nazioni Unite, organizzazioni non governative, organizzazioni della società civile e altri partner nelle comunità e in tutti i paesi e le regioni.



24 gennaio 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy