Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 20 LUGLIO 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Obama sulla marijuana: “Non credo sia più pericolosa dell’alcol”

Il presidente americano lo specifica in un’intervista al New Yorker, precisando: “Ciò non vuol dire che io incoraggi l’abitudine alla droga leggera. Ho detto alle mie figlie che è una cattiva idea, uno spreco di tempo e per nulla salutare”.

20 GEN - La marijuana? “Non credo sia più pericolosa dell’alcol, in termini d’impatto per l’individuo consumatore” Parole del presidente degli Stati Uniti Barack Obama estratte da una lunga intervista monografica effettuata dal direttore del New Yorker, David Remnick.
 
“Ciò non vuol dire – ha precisato Obama - che io incoraggi l’abitudine alla droga leggera. Ho detto alle mie figlie che è una cattiva idea, uno spreco di tempo e per nulla salutare”. In ogni caso il presidente Usa a ribadito la sua volontà di trovare soluzioni normative che puntino ad una depenalizzazione dei consumatori: “Non possiamo mettere in galera ragazzi, quando probabilmente chi ha scritto quella legge per cui sono in arresto hanno fatto la stessa cosa. I ragazzi del ceto medio non vanno in galera per droga, ci vanno quelli più poveri, che spesso sono afro-americani e latini e hanno meno risorse per evitare di essere puniti”. 
 

20 gennaio 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy