Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 LUGLIO 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Pma. La legge 40 torna alla Corte Costituzionale. Questa volta per la diagnosi pre impianto

Il dubbio di costituzionalità sollevato da un'ordinanza del Tribunale di Roma riguarda il divieto di accedere al metodo e alla diagnosi preimpianto, anche per le coppie portatrici di malattie trasmissibili geneticamente. Sul punto la Corte europea di Strasburgo aveva già condannato l'Italia.

27 GEN - Torna davanti alla Corte Costituzionale la legge 40 sulla procreazione assistita. A sollevare la questione di costituzionalità sul divieto per le coppie fertili di accedere alla procreazione assistita e alla diagnosi preimpianto, anche se portatrici di malattie trasmissibili geneticamente, è stata un'ordinanza del Tribunale di Roma a cui si erano rivolta una donna, portatrice sana di distrofia muscolare Becker (malattia genetica ereditata dal padre), dopo essersi visti negare dal Centro per la tutela della Salute della donna e del bambino "Sant'Anna" proprio l'accesso alla procreazione assistita e la diagnosi preimpianto. E' la prima volta che questa specifica questione arriva alla Consulta.

Ricordiamo che nel 2012 la Corte europea di Strasburgo, a causa della legge 40, aveva condannato l'Italia per violazione di due norme della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo. In quel caso era stata sottolineata l'"incoerenza" del nostro sistema che da un lato vieta alla coppia fertile ma portatrice di una malattia geneticamente trasmissibile di ricorrere alla diagnosi preimpianto, e dall'altro, con la legge 194 sull'aborto, le permette l'aborto terapeutico nel caso il feto sia affetto dalla stessa patologia.

27 gennaio 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy