Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 23 SETTEMBRE 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Roma. Il 23 settembre inizia appello per morte Stefano Cucchi. Coinvolti medici, infermieri e poliziotti

In primo grado quattro medici del Pertini erano stati condannati per omicidio colposo. Assolti, invece, infermieri e agenti di polizia penitenziaria. Contro questi ultimi la famiglia Cucchi si costituirà parte civile in secondo grado.

19 MAR - Il processo d’appello per la morte di Stefano Cucchi inizierà il prossimo 23 settembre. Presso la Corte d’Assise d’Appello verrà valutata la posizione degli imputati già giudicati in primo grado. Si tratta di Aldo Fierro, primario del Pertini, dei medici Stefania Corbi, Flaminia Bruno, Luigi De Marchis Preite (condannati per omicidio colposo) e di Rosita Caponetti (falso ideologico); a loro si aggiungono gli infermieri Giuseppe Flauto, Elvira Martelli e Domenico Pepe, e gli agenti di polizia penitenziaria Nicola Minichini, Corrado Santantonio e Antonio Domenici, tutti assolti in primo grado.
La famiglia di Cucchi non si costituirà parte civile verso medici e infermieri in quanto già si è accordata con l’ospedale per il risarcimento di 340mila euro. Confermata, invece, la costituzione contro gli agenti di polizia penitenziaria.
 

19 marzo 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy