Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 22 MARZO 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Fumo. Sigarette fatte a mano nocive come le altre. Campagna anti "rollo" della sanità britannica

Le sigarette da rollare si vendono sempre di più. E qualcuno si illude che facciamo meno male. Ma non è così e lo evidenzia con forza e brutalità il ministero della Sanità britannico con uno spot dalle immagini molto raccapriccianti. Anche in Italia è boom delle sigarette fatte a mano che coprono ormai il 18% dei consumi.

05 GEN - Le sigarette fatte a mano sono pericolose come le altre. A ribadirlo è la nuova campagna inglese della Public Health England (PHE), nella quale vengono evidenziati i danni causati al corpo dagli ingredienti "tossici" presenti nelle sigarette, che vengono paragonati ad un lento e costante declino, in un processo descritto come "simile al marcire". Nel video diffuso, infatti, si vede un padre di famiglia intento a rollare una sigaretta fatta a mano mentre i figli giocano. Ma, invece del tabacco, l'uomo si trova a rollare carne umana in decomposizione. Esattamente l'effetto che il fumo causa agli organi del nostro corpo. Il messaggio è chiaro: "Ogni sigaretta vi fa marcire, sia al vostro interno che fuori".

Nella campagna si spiega che, mentre molti fumatori sanno che il fumo provoca il cancro e danneggia i polmoni e il cuore, non vengono solitamente evidenziati anche gli altri danni:
- ossa e muscoli: il fumo ha un impatto negativo sulla densità minerale ossea, e provoca un danno progressivo al sistema muscolo-scheletrico, tra cui:
. aumento del 25% del rischio di fratture, e, in particolare, aumento del 40% del rischio di fratture dell'anca tra gli uomini;

. guarigioni lente dopo un infortunio;
. aumento del rischio di dolori a schiena e collo, in particolare un aumento fino al 79% del dolore cronico alla schiena, e un aumento fino al 114% di mal di schiena 'invalidante';
. artrite reumatoide, e riduzione dell'impatto dei trattamenti per curarla;
- cervello: i fumatori hanno il 53% in più di probabilità di sviluppare decadimento cognitivo rispetto ai non fumatori, e il 59% in più di probabilità di sviluppare la malattia di Alzheimer;
- denti: il fumo aumenta il rischio di perdita dei denti e degrado;
- occhi: il fumo danneggia la vista, aumentando il rischio di degenerazione maculare (AMD) dal 78% al 358%, aumentando inoltre il rischio di cataratte legate all'età.

La campagna, come dicevamo, affronta anche le idee sbagliate e più comuni intorno al tabacco rollato a mano, o roll-up. L'utilizzo di roll-up è aumentato significativamente in UK. Nel 1990, il 18% dei fumatori maschi e il 2% delle donne fumatrici hanno detto che fumavano soprattutto sigarette arrotolate a mano, ma nel 2013 questa percentuale era salita al 40% per gli uomini e del 23% per le donne. I nuovi dati mostrano che la metà dei fumatori (49%) che fumano solo roll-up credono erroneamente che possano essere meno dannose delle classiche sigarette. In realtà, le sigarette arrotolate a mano sono pericolose come qualsiasi altro tipo di sigaretta.
 
Anche in Italia, come rilevato da un'indagine Doxa-Iss, rispetto alla tipologia di prodotti del tabacco acquistati si è osservato quest’anno il raddoppio della percentuale di fumatori che scelgono le sigarette fatte a mano ( 18% contro il 9,6% del 2013). Questo dato è confermato anche dall’aumento delle vendite di trinciati (circa 400% rispetto al 2005). Il consumo di sigarette fatte a mano è significativamente più diffuso tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 20 anni ( 34,3%). 

 

05 gennaio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy