Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 08 DICEMBRE 2022
Cronache
segui quotidianosanita.it

Influenza: numero di casi ancora in salita


Il picco ormai è imminente. Più di 3,5 milioni gli italiani messi a letto dall’inizio della stagione influenzale. Per la prima volta dall’inizio dell’epidemia, è la classe di età 5-14 la fascia più colpita. Stabile il numero di casi nelle altre categorie.

09 FEB - L’inclinazione della curva dell’influenza comincia, lentamente, a essere meno ripida. L’aumento dell’incidenza nella scorsa settimana, rispetto ai 7 giorni precedenti, è stato infatti inferiore a un caso su mille. Segno che il picco è imminente e a breve potrebbe cominciare la discesa.
Nella scorsa settimana, secondo le periodiche rilevazioni della rete di sorveglianza Influnet, sono stati 661 mila i casi di influenza registrati, pari a 11 casi per 1000 abitanti. Sommati ai casi precedenti siamo ormai abbondantemente oltre i 3 milioni e mezzo dall’inizio dell’epidemia. Per la prima volta, la scorsa settimana, non sono stati i più piccoli (la fascia di età tra 0 e 4 anni) a rappresentare la fascia più colpita, ma quella immediatamente più grande. 28,91 casi per 1000 l’incidenza nei più piccoli, 30,4 nei 5-14enni.

In leggera flessione, invece, l’incidenza tra gli adulti e gli anziani.
Dopo 15 settimane di rilevazione, appare ormai chiaro che l’influenza 2010-2011 sarà ricordata come la più virulenta degli ultimi anni se si escludono la pandemia influenzale dello scorso anno e la stagione 2004-2005.
Quanto alla distribuzione dei casi, nella scorsa settimana è stata la Sardegna la regione più colpita, con 20 casi per 1000 abitanti, seguita da Campania (18,39) e dall’Emilia Romagna (16,32). Quasi immune la Valle d’Aosta, dove si sono registrati poco più di 5 casi per 1000 abitanti. La regione, però, detiene il record di bambini tra i 5 e i 14 anni infettati: circa 1 su 13 (75 casi per 1000).
Infine gli accessi al pronto soccorso connessi all’influenza. Nella quinta settimana del 2011 l’8,2 per cento di tutte le persone che si sono rivolte ai pronto soccorso è stato visitato per un’infezione respiratoria acuta (una quota leggermente in aumento rispetto alla settimana precedente). Di questi, il 20 per cento è stato ricoverato.  

09 febbraio 2011
© Riproduzione riservata
Approfondimenti:

spacer Verso un vaccino universale

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy