Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 15 LUGLIO 2020
Cronache
segui quotidianosanita.it

Iss. Il 23 giugno il convegno per presentare il progetto 'Notify'. Obiettivo: costruire una biblioteca digitale sui trapianti


Durante la giornata verranno presentati anche i risultati del Gruppo di Lavoro Nazionale sull’Emovigilanza, il cui compito è stato di valutare ed individuare i margini di miglioramento del sistema nazionale, per renderlo sempre più efficace e confrontabile anche con le realtà oltreoceano. IL PROGRAMMA

15 GIU - Realizzare la prima biblioteca digitale mondiale di vasta consultazione, in grado di riunire l'esperienza sugli eventi e le reazioni avverse nei trapianti di organi, tessuti e cellule, comprese le cellule riproduttive. E’ l’ambizioso obiettivo del progetto Notify, gestito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Centro Nazionale Trapianti, che verrà presentato il 23 giugno presso l’Istituto superiore di sanità in occasione del convegno ‘La sorveglianza delle sostanze di origine umana: il sistema di emovigilanza italiano e il progetto Notify”, organizzato dal Centro Nazionale Sangue in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti e il patrocinio di SIMTI (Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia).
 

Durante la giornata verranno presentati i risultati del Gruppo di Lavoro Nazionale sull’Emovigilanza, coordinato da Giuseppina Facco, il cui compito è stato di valutare ed individuare i margini di miglioramento del sistema di emovigilanza nazionale, per renderlo sempre più efficace e confrontabile anche con le realtà oltreoceano. Nel mondo vengono effettuate circa 108 milioni di donazioni l’anno e la trasfusione di sangue ed emocomponenti è una terapia salvavita molto diffusa. Ormai il grado di sicurezza raggiunto è globalmente piuttosto elevato, ma il rischio di effetti sfavorevoli non è ancora azzerato. Da molti anni i sistemi di emovigilanza sorvegliano gli eventi avversi, sia nei riceventi sia nei donatori, consentendo di identificare e quantificare il rischio ancora legato alla trasfusione di sangue e di intraprendere le strategie più sostenibili ed efficaci per ridurre tale rischio.

 

“Non poteva pertanto mancare al progetto Notify - ha commentato il direttore del Centro Nazionale Sangue, Giuliano Grazzini - la vasta esperienza maturata in termini di emovigilanza dal sistema sangue italiano che d’ora in poi contribuirà ad arricchire la library, grazie alla collaborazione di un panel di esperti mondiali , tra cui anche operatori del CNS. Il sistema sangue, a sua volta, trova nella library un’irrinunciabile opportunità di arricchimento verso l’obiettivo finale unico e comune che è quello della qualità e sicurezza di tutte le sostanze di origine umana utilizzate a fini terapeutici”.
 

15 giugno 2015
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer IL PROGRAMMA

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy