Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 24 AGOSTO 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Iss. Il 23 giugno il convegno per presentare il progetto 'Notify'. Obiettivo: costruire una biblioteca digitale sui trapianti

Durante la giornata verranno presentati anche i risultati del Gruppo di Lavoro Nazionale sull’Emovigilanza, il cui compito è stato di valutare ed individuare i margini di miglioramento del sistema nazionale, per renderlo sempre più efficace e confrontabile anche con le realtà oltreoceano. IL PROGRAMMA

15 GIU - Realizzare la prima biblioteca digitale mondiale di vasta consultazione, in grado di riunire l'esperienza sugli eventi e le reazioni avverse nei trapianti di organi, tessuti e cellule, comprese le cellule riproduttive. E’ l’ambizioso obiettivo del progetto Notify, gestito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Centro Nazionale Trapianti, che verrà presentato il 23 giugno presso l’Istituto superiore di sanità in occasione del convegno ‘La sorveglianza delle sostanze di origine umana: il sistema di emovigilanza italiano e il progetto Notify”, organizzato dal Centro Nazionale Sangue in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti e il patrocinio di SIMTI (Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia).
 

Durante la giornata verranno presentati i risultati del Gruppo di Lavoro Nazionale sull’Emovigilanza, coordinato da Giuseppina Facco, il cui compito è stato di valutare ed individuare i margini di miglioramento del sistema di emovigilanza nazionale, per renderlo sempre più efficace e confrontabile anche con le realtà oltreoceano. Nel mondo vengono effettuate circa 108 milioni di donazioni l’anno e la trasfusione di sangue ed emocomponenti è una terapia salvavita molto diffusa. Ormai il grado di sicurezza raggiunto è globalmente piuttosto elevato, ma il rischio di effetti sfavorevoli non è ancora azzerato. Da molti anni i sistemi di emovigilanza sorvegliano gli eventi avversi, sia nei riceventi sia nei donatori, consentendo di identificare e quantificare il rischio ancora legato alla trasfusione di sangue e di intraprendere le strategie più sostenibili ed efficaci per ridurre tale rischio.

 

“Non poteva pertanto mancare al progetto Notify - ha commentato il direttore del Centro Nazionale Sangue, Giuliano Grazzini - la vasta esperienza maturata in termini di emovigilanza dal sistema sangue italiano che d’ora in poi contribuirà ad arricchire la library, grazie alla collaborazione di un panel di esperti mondiali , tra cui anche operatori del CNS. Il sistema sangue, a sua volta, trova nella library un’irrinunciabile opportunità di arricchimento verso l’obiettivo finale unico e comune che è quello della qualità e sicurezza di tutte le sostanze di origine umana utilizzate a fini terapeutici”.
 

15 giugno 2015
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer IL PROGRAMMA

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy