Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 18 LUGLIO 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Oncologia. Raccolti oltre 90mila euro grazie a numero solidale a favore della Fondazione Ant

Questa la cifra raccolta dal numero solidale 45501 messo gratuitamente a disposizione dai principali operatori telefonici e attivo dal 27 ottobre al 16 novembre 2014. La raccolta fondi ha avuto il supporto del Segretariato Sociale Rai. Grazie ai fondi raccolti è stato ampliato il raggio di azione di Ant nell’ambito della prevenzione oncologica, con progetti dedicati al melanoma e alle neoplasie tiroidee.

26 GIU - Il numero solidale 45501 a favore di Fondazione Ant Italia Onlus – messo gratuitamente a disposizione dai principali operatori telefonici e attivo dal 27 ottobre al 16 novembre 2014 – ha permesso di raccogliere 93.776,82 euro destinati ai progetti di prevenzione oncologica di Ant, principale realtà italiana non profit per l’assistenza domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione. La raccolta fondi ha avuto il supporto del Segretariato Sociale Raie nella settimana tra il 27 ottobre e il 2 novembre 2014 Ant è stata presente nei palinsesti televisivi e radiofonici Rai.
 
La promozione del numero solidale a favore della prevenzione oncologica Ant è poi proseguita fino al 16 novembre 2014, sia grazie al generoso sostegno di altri network nazionali televisivi e radiofonici, sia su testate nazionali, locali e web, oltre ai canali di comunicazione della Fondazione (sito, social network, house organ, newsletter, comunicati stampa).
 
I fondi raccolti durante il periodo di attivazione del numero solidale (attraverso Sms da cellulare personale Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca o con una chiamata da rete fissa Telecom Italia, Fastweb e Twt) hanno reso possibile ampliare il raggio di azione di Ant nell’ambito della prevenzione oncologica. L’attività si è concentrata in particolare sui progetti dedicati al melanoma e alle neoplasie tiroidee, due tipi di patologie la cui incidenza è sensibilmente aumentata negli ultimi anni e per i quali non sono attivi programmi di screening nazionali. Grazie al numero solidale è stato possibile offrire complessivamente 3.110 visite dermatologiche per la prevenzione del melanoma ed ecografie per la diagnosi precoce dei noduli tiroidei, senza alcun costo per chi ne ha usufruito.

 
Nell’ambito del Progetto Melanoma di Fondazione Ant, le visite sono state 2.210 per un totale di 55 giornate e un costo di 60.776 euro (con una media di 40 visite al giorno e 1.100 euro di spesa a giornata); per quanto riguarda il Progetto Tiroide, sono state offerte 900 visite per un totale di 30 giornate e un costo di 33.000 euro (con una media di 30 visite al giorno e 1.100 euro di spesa a giornata).
 
Le visite si sono svolte nei primi mesi del 2015 e hanno coperto 23 province dal Nord al Sud Italia, con particolare attenzione ai piccoli comuni: da Monfalcone in provincia di Gorizia a Molfetta in provincia di Bari, passando per Caserta, Gaggio Montano nel Bolognese, Livorno, Albenga in Liguria e Occhiobello in Veneto. Una programmazione dal grande impatto sociale, quella messa in campo da Ant, soprattutto in un momento in cui – secondo gli ultimi dati Censis - milioni di italiani sono costretti a rinunciare alle cure o alla prevenzione per mancanza di risorse economiche.
 
"Siamo sempre più convinti che, insieme ai corretti stili di vita, la prevenzione sia lo strumento più efficace contro il cancro – dichiara Raffaella Pannuti, presidente di Fondazione Ant - Il nostro ringraziamento va quindi a tutti coloro che hanno contribuito a questo risultato e ci hanno aiutato a portare la cultura della prevenzione in tutta Italia, offrendo un’occasione concreta ai tanti italiani in difficoltà che oggi, messi alle strette dalla crisi, possono dedicare sempre meno risorse alla tutela della propria salute".
 
La Fondazione ha avviato a partire dal 2004 sul territorio nazionale quattro progetti di prevenzione oncologica: Melanoma, Tiroide, Donna e Seno. Un impegno che ha portato Ant a raggiungere oltre 104.000 persone in dieci anni diffondendo la prevenzione anche nei luoghi di lavoro, coniugando il diritto alla salute con un miglior clima aziendale.

26 giugno 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy