Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Sla. Da Arisla il nuovo Bando per prodotti e servizi di tecnologia assistenziale per i malati

Il Bando è stato reso possibile grazie alle donazioni dell’Ice Bucket Challenge. L'obiettivo di questa nuova Call è sostenere la realizzazione di ausili e servizi che migliorino la qualità della vita dei pazienti. Enti e Start up innovative a vocazione sociale potranno presentare le loro proposte di ricerca fino al 15 settembre 2015. I progetti dovranno avere una durata tra i 12 e i 24 mesi e una richiesta economica da 30 a 300mila euro.

09 LUG - Fondazione Arisla (Fondazione Italiana di ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica) pubblica il secondo Bando 2015 per Progetti di ricerca sulla Sla grazie alle donazioni dell’Ice Bucket Challenge: obiettivo di questa nuova Call è sostenere la realizzazione di ausili e servizi di tecnologia assistenziale che rispondano alle necessità dei pazienti affetti da SLA, migliorando la loro qualità di vita.
 
“Lo avevamo annunciato nel settembre scorso con Aisla Onlus, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica e nostro Socio Fondatore insieme a Fondazione Cariplo, Fondazione Telethon e Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport: grazie alle donazioni raccolte con l’Ice Bucket Challenge - di cui Aisla è stata promotrice per il nostro Paese e prima beneficiaria - vogliamo e dobbiamo fare qualcosa di più per i malati di Sla. La prima Call di quest’anno si è rivolta ai progetti di ricerca clinica, con questo ultimo bando invece intendiamo finanziare tecnologie innovative che abbiano una rapida trasferibilità ai pazienti e possano essere prima possibile fruibili dagli stessi. La Call è il frutto di un lungo percorso di riflessione che parte dalla necessità di rispondere ai bisogni più urgenti emersi da un’indagine compiuta su un campione di pazienti e loro caregivers, tuttora in corso. In particolare i dati rilevano il forte bisogno di autonomia, in termini soprattutto di maggiore mobilità e interazione comunicativa. Ecco allora la volontà di lanciare una Call che finanzi ‘l’ultimo miglio’ del ciclo di vita di una soluzione tecnologica, finanziando progetti che mirino all’implementazione, alla customizzazione e alla validazione di un prodotto o servizio per il suo rapido ingresso nel mercato: questo per noi è il modo più concreto per essere vicini ai malati di Sla e ai loro familiari”, ha commentato il presidente Aisla, Mario Melazzini.

 
Il Bando 2015 Arisla Ice Bucket Call for Assistive Technology prevede la presentazione di una Full Proposal da parte di partenariati composti da Enti non profit e Enti profit o da Start up innovative vocazione sociale. Le caratteristiche dei soggetti eleggibili esprimono la necessità di garantire un prodotto o un servizio che abbia ricadute concrete ed immediate per la comunità dei beneficiari: a tal fine la Call prevede che il processo di validazione della soluzione tecnologica debba essere effettuato con la partecipazione attiva dei pazienti, dei caregivers e degli operatori sanitari. I primi dovranno testare la nuova tecnologia per verificarne la rispondenza ai loro bisogni quotidiani; gli ultimi invece dovranno verificare che la soluzione incontri anche le esigenze di tipo clinico, tipiche di un paziente affetto da Sla.
 
I progetti dovranno avere una durata tra i 12 e i 24 mesi e una richiesta economica da 30.000,00 fino a 300.000,00 euro. Potranno essere accettate proposte di valore differente se la richiesta verrà adeguatamente giustificata.
 
Le proposte potranno essere presentate da oggi fino alle ore 13 del 15 settembre 2015, per via telematica. Tutti i moduli possono essere scaricati dal sito di Fondazione Arisla (http://www.arisla.org).
 
Al fine di garantire la valorizzazione del merito scientifico e l’oggettività di giudizio, il processo prevede una prima fase di valutazione in remoto, nella quale ogni proposta sarà valutata da almeno tre revisori del Comitato Scientifico Internazionale di Arisla, al termine della quale si avrà una graduatoria di merito. In seguito, le proposte saranno sottoposte ad una seconda fase, che prevedrà una valutazione comparativa nel corso di un Consensus Meeting. La conclusione del processo di valutazione è prevista entro il 31 Dicembre 2015.

09 luglio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy