Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 26 AGOSTO 2016
Cronache
segui quotidianosanita.it

Strage di studenti Erasmus in Spagna. Sette italiane tra le 13 vittime. Tra queste una studiava Farmacia e due erano a Medicina

Il bus coinvolto nell'incidente stava riportando i ragazzi a Barcellona dopo avere assistito a Valencia alla Notte dei Fuochi della Fiesta de Las Fallas. A Farmacia era iscritta la torinese Serenza Saracino. Mentre studiavano Medicina la genovese Francesca Bonello e la romana Elisa Scarascia Mugnozza. Le altre vittime italiane sono Elisa Valent, friulana di Gemona; Valentina Gallo, fiorentina; Elena Maestrini, di Gavorrano; Lucrezia Borghi, di Greve in Chianti.

21 MAR - C'erano anche studenti e studentesse di Farmacia e Medicina tra i 7 ragazzi che hanno perso la vita nell'incidente avvenuto alle 6 di ieri mattina a Frejinals, sull'autostrada Ap7, in Catalogna. I ragazzi viaggivano su un bus che le riportava a Barcellona dopo avere assistito a Valencia alla Notte dei Fuochi della celebre Fiesta de Las Fallas. A bordo del bus 57 studenti Erasmus delle università di Barcellona, quasi tutti stranieri, di 22 nazionalità diverse. Sono ancora da chiarire le dinamiche dell'incidente. Secondo il quotidiano spagnolo La Razon, citato da Repubblica, l'uomo, 63 anni, sarebbe risultato negativo ai controlli su tasso alcolemico e droga, e avrebbe ammesso di essersi addormentato alla guida.

Secondo quanto riferito da Repubblica, tra le vittime italiane c'è Serena Saracino, 23 anni, torinese. Frequentava a Barcellona la facoltà di Farmacia. Dopo l'incidente era stata ricoverata, ma le sue condizioni erano gravi e non ce l'ha fatta. Non ce l'hanno fatta neanche Francesca Bonello, 24 anni, genovese, studente in Medicina, ed Elisa Scarascia Mugnozza, romana, che si era trasferita a Barcellona per studiare Medicina alla Facultat de Medicina-Hospital Clínic dell'Universitat de Barcelona.


Le altre vittime italiane sarebbero Elisa Valent, 25 anni, friulana di Gemona; Valentina Gallo, fiorentina, 22 anni; Elena Maestrini, 21 anni, di Gavorrano; Lucrezia Borghi, di Greve in Chianti.

I feriti italiani sono 6 di cui 2 già dimessi e 2 in gravi condizioni. Laura Ferrari, studentessa in Giurisprudenza, di 24 anni, sarebbe in coma farmacologico, ma non in pericolo di vita. Sarebbe invece fuori pericolo un'altra studentessa in Farmacia: Annalisa Riba, 22 anni, originaria di Dronero (Cuneo).

Sull'incidente è intervenuto il senatore e presidente della Fofi (Federazione degli Ordini dei Farmacisti), Andrea Mandelli. "Siamo profondamente addolorati e vicini alle famiglie dei ragazzi", afferma Mandelli in un messaggio di cordoglio. "Un pensiero va in particolare a Serena Saracino, che stava studiando per diventare una nostra collega farmacista". Dal presidente della Fofi l'augurio che i ragazzi feriti "possano presto tornare alle loro vite e dalle loro famiglie".

21 marzo 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy