Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 23 SETTEMBRE 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Torino. Tribunale nega adozione a donna con un tumore al seno. Ma per Inps non è abbastanza malata per avere permessi Legge 104   

Per i giudici è troppo invalida per adottare un bambino ma allo stesso tempo la donna è troppo poco malata per l'Inps per richiedere i permessi dal lavoro previsti della legge 104. La vicenda, riportata dalle pagine locali del quotidiano La Stampa, sembra essere paradossale. Nel frattempo l’Inps ha deciso di sottoporre la donna ad una nuova visita

29 GIU - Dichiarata troppo invalida per adottare un bambino dal tribunale, una donna è stata ritenuta troppo poco malata dall'Inps per richiedere i permessi dal lavoro previsti della legge 104. E' il singolare paradosso, anticipato dalle pagine locali del quotidiano La Stampa, di una 42enne di Torino, che da 13 anni lotta contro un carcinoma mammario arrivato alla terza recidiva.   
 
Secondo l'ente previdenziale, la malattia si è stabilizzata e la donna non ha più diritto ai tre giorni settimanali di astensione dal lavoro per motivi di salute. Alcuni anni fa, invece, i giudici non avevano ritenuto la donna, che col marito aveva presentato domanda quando era rimasta sterile dopo la seconda recidiva del tumore, idonea all'adozione in quanto proprio per la malattia non avrebbero potuto occuparsi adeguatamente di un bambino
 
Nella giornata è poi arrivata la notizia Ansa che l’Inps sottoporrà ad una nuova visita la donna a cui, dopo essersi vista negata dal tribunale la possibilità di adottare perché malata, sono stati revocati i benefici della legge 104. La visita, in programma presso l'Asl di residenza della donna, è prevista per l'11 luglio. "Il controllo - spiegano dall'Inps - è necessario dopo la domanda di aggravamento presentata dalla donna a maggio (dopo la terza recidiva del tumore al seno, ndr). Se i medici avranno espresso parere favorevole, potrà tornare a usufruire dei tre giorni di astensione dal lavoro per motivi di salute".

 

29 giugno 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy