Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 26 SETTEMBRE 2017
Cronache
segui quotidianosanita.it

Morte Dj Fabo. Mina Welby: “Grazie alla Chiesa per la comprensione del dolore”

I funerali del ragazzo morto per eutanasia lo scorso 27 febbraio in una clinica svizzera Chiesa potranno svolgersi in chiesa, e la co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni porge un pubblico ringraziamento a tutti coloro che hanno mostrato "compassione e comprensione per la scelta dell’uomo che ha lottato per il diritto di scegliere come morire". I funerali si svolgeranno il prossimo 10 marzo presso la parrocchia di sant'Ildefonso di Milano.

06 MAR - Dieci anni fa il Vaticano chiuse le porte a Welby. Per Fabo, le porte della Chiesa saranno aperte: la co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni, Mina Welby, porge un pubblico ringraziamento a tutti coloro che, all’interno della Chiesa, hanno mostrato compassione e comprensione per la scelta dell’uomo che ha lottato per il diritto di scegliere come morire.

Venerdì 10 alle ore 19.00 nella parrocchia di sant'Ildefonso, in piazzale Damiano Chiesa 7 a Milano, si celebra il saluto pubblico all’uomo che è diventato il simbolo per la battaglia sul fine vita e sul diritto all’autodeterminazione. Dj Fabo, che dopo anni di sofferenze il 27 febbraio in Svizzera è riuscito a ottenere ciò per cui lottava – il suicidio assistito – sarà ricordato con una liturgia della parola celebrata dal parroco e aperta ai cittadini che vorranno rendergli l’ultimo saluto.
 
“A Piergiorgio fu negato il funerale religioso -  racconta Mina Welby -. Mio marito aveva chiesto l’eutanasia e, anche se lui riuscì a ottenere l’interruzione delle terapie nel pieno rispetto del diritto e della Costituzione, io non riuscii a ricevere la comprensione della Chiesa alla quale avevo chiesto la cerimonia religiosa. Ringrazio personalmente i sacerdoti, come Don Gallo, che mi avevano comunque manifestato la loro solidarietà.”

 
“Oggi invece molti illustri rappresentanti della Chiesa hanno espresso la propria compassione e comprensione per il dolore di Fabo e a nome mio e dell’Associazione Luca Coscioni non posso che porgere un sincero e profondo ringraziamento per questa apertura che porta con sé un grande valore di umanità e progressismo”, prosegue Mina Welby.
 
“Tanti cittadini si trovano nelle condizioni di Fabo ed è importante che nessuno di loro si senta abbandonato a se stesso. Per questo ringrazio anche Papa Francesco che grazie al suo esempio illuminante e al suo Giubileo della Misericordia ha avuto un grande effetto sui cuori di tanti ed è riuscito a portare nell’ambito della Chiesa una rinnovata sensibilità verso la comprensione di posizioni non canoniche”, conclude Mina Welby.

06 marzo 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy