Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 22 OTTOBRE 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

Bergamo. Bomba carta e volantini contro Lorenzin davanti un centro vaccinale. Gruppo neo fascista contro la “dittatura medica”

A rivendicare il gesto è il Mab (Manipolo Avanguardia Bergamo), vicino a tesi 'no vax'. Gli ordigni contenevano chiodi e sono stati trovati già esplosi davanti gli ex distretti Asl di Ponte San Pietro e Sant'Omobono Terme. Nessun danno alle strutture, l'azione sembra più che altro di tipo dimostrativo. Nel loro sito deliranti richiami a complotti orditi dalle Aziende farmaceutiche e a quell'eterna "guerra del Sangue contro l’Oro" di nazifascista memoria.

01 GIU - Due piccole bombe carta e alcuni volantini contro la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, sono stati trovati oggi all'esterno degli ex distretti Asl di Ponte San Pietro e Sant'Omobono Terme, in provincia di Bergamo. Gli ordigni contenevano chiodi e sono stati trovati già esplosi. Non hanno provocato alcun danno. Gli episodi sono rivendicati dal Mab, Manipolo Avanguardia Bergamo, una formazione di estrema destra vicina alle tesi 'anti vax'. Nei volantini, infatti, il gruppo si scaglia infatti contro l'obbligo vaccinale parlando di una "dittatura medica".
 
Basta poi fare un giro sul loro sito per verificare il 'brodo culturale' dal quale nascono queste azioni dimostrative. Il Mab parla infatti del decreto vaccini con questi toni: "Ovviamente le multinazionali farmaceutiche ringraziano i partiti italiani ed elargiscono loro ingenti somme di denaro. Negli ultimi anni infatti Federfarm ha 'donato' 532 mila € a tutte le formazioni politiche indistintamente. (fonte Tesoreria della Camera)".

 
Dato per scontato che "Federfarm" sia Federfarma, resta da capire la correlazione tra il sindacato dei titolari di farmacia e l'obbligo vaccinale. Quasi a confondere i farmacisti con i titolari di aziende farmaceutiche produttrici di vaccini. 
 
"I nostri figli rappresentano il nostro futuro e quello della nostra Nazione, e non permetteremo che diventino carne da macello, per far sì che si arricchiscano i soliti noti". Insomma, il solito complotto pluto-giudaico-massonico è dietro l'angolo. Le Aziende farmaceutiche muovono le fila e Lorenzin, prontamente, sacrifica la salue dei nostri giovani 'balilla' sull'altare degli interessi economici sovranazionali.
 
Ciliegina sulla torna, non poteva mancare un tocco vintage dal 'sapore' così nazifascista quale il richiamo "all'eterna guerra del Sangue contro l’Oro", che ovviamente il Mab è pronto a combattere in prima linea. Peccato nessuno sia ancora riuscito a brevettare un vaccino contro la stupidità.
 
G.R.

01 giugno 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy