Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 20 OTTOBRE 2017
Cronache
segui quotidianosanita.it

Pescara. Denunciato gestore di asilo nido e titolare del servizio mensa per frode in commercio

Ai bambini venivano somministrati ai bambini alimenti diversi per qualità da quelli previsti nel contratto. Riscontate, inoltre, inadeguatezze igienico-sanitarie nei locali dove venivano preparati i pasti. Il gestore dell’asilo nido, in qualità di addetta alla cucina, ed il titolare della società fornitrice del servizio di refezione, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per frode in commercio.

10 OTT - I Carabinieri del NAS di Pescara, nell’ambito della pianificata attività di controllo agli istituti educativi della prima infanzia e d’istruzione prescolastica, avviata in occasione dell’apertura del nuovo anno scolastico, hanno effettuato un’ispezione igienico-sanitaria presso un asilo nido privato del capoluogo abruzzese e denunciato per frode in commercio il gestore dell’asilo nido, in qualità di addetta alla cucina, ed il titolare della società fornitrice del servizio di refezione. A riferirlo una nota pubblicata sul sito del ministero della Salute.

“Nel corso dell’attività ispettiva – si legge nella nota - i militari hanno accertato che nella mensa scolastica venivano somministrati ai bambini alimenti diversi per qualità da quelli previsti nel contratto con la società incaricata del servizio di refezione, poiché non venivano impiegati alimenti biologici per la preparazione dei pasti. I Carabinieri riscontravano, inoltre, inadeguatezze igienico-sanitarie nei locali deputati alla preparazione delle pietanze, quali muffe e soluzioni di continuità nelle pareti che rendono difficoltosa la rimozione dello sporco, la mancata revisione semestrale degli estintori presenti nella struttura, nonché l’assenza delle indicazioni sulle vie di esodo in caso di emergenza e la presenza di spigoli non protetti nell’area gioco”.


La nota si conclude con l’invio dei Nas rivolto ai genitori dei bambini che frequentano asili e scuole materne “di verificare attentamente che le quantità e le qualità degli alimenti impiegati per la preparazione del pranzo consumato dai propri figli corrispondano a quelli previsti nel contratto di appalto stipulato tra l’istituto scolastico e la ditta incaricata della fornitura del servizio”.

10 ottobre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy