Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 17 OTTOBRE 2018
Cronache
segui quotidianosanita.it

Liberi i medici della Turkish Medical Association, anche se con l’obbligo di firma

A dare la notizia del rilascio è il Comitato Permanente dei medici Europei, CPME, per voce del suo presidente Jacques de Haller. Anelli (FnomCeO): "Questo primo risultato è stato raggiunto anche grazie alle pressioni messe in opera da tutte le organizzazioni mediche internazionali, tra le quali la Fnomceo".

06 FEB - Gli undici medici senior del Consiglio della Turkish Medical Association, in stato di fermo da giorni, sono ora liberi, anche se ancora incriminati e con l’obbligo di firma settimanale.

L'associazione dei medici aveva denunciato l'operazione militare della Turchia nel nord della Siria di metà gennaio dicendo: "No alla guerra, pace immediatamente" e  il presidente Recep Tayyip Erdogan aveva messo l’Ordine sotto accusa per tradimento.

A dare la notizia del rilascio è il Comitato Permanente dei medici Europei, CPME, per voce del suo presidente Jacques de Haller. 

Il tre febbraio scorso erano stati rilasciati i primi tre medici, poi altri quattro. Nella serata di ieri tutti i componenti dell’organismo di governo dell’Ordine dei medici turco sono tornati in libertà, seppur vigilata.

“Come Fnomceo ci felicitiamo perché gli undici colleghi sono tutti potuti tornare nelle loro case – commenta il presidente FnomCeO Filippo Anelli -. Questo primo risultato è stato raggiunto anche grazie alle pressioni messe in opera da tutte le organizzazioni mediche internazionali, tra le quali la Fnomceo. Ma non possiamo fermarci: se, come pare, prosegue il clima di intimidazione messo in atto già da anni, non resteremo alla finestra. L’Ordine dei medici è, in tutti i paesi nei quali esiste, un’istituzione a tutela della salute, tutela e non può esercitatare se non in un clima di pace e libertà. Per questo l’Ordine fa tanta paura ai regimi totalitari, perché garante di quei diritti fondamentali dell’uomo che essi vogliono negare”.


06 febbraio 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy