Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 01 LUGLIO 2022
Cronache
segui quotidianosanita.it

Diete e fake news. Adi: “Soddisfatti per le sanzioni dell’Antitrust al metoto ‘Life 120’ di Panzironi”


Nei mesi scorsi l’Adi aveva sollevato il dibattito sulle diete e le Fake news, unendosi al grido di allarme lanciato dalle società scientifiche di diabetologia e dalle associazioni di pazienti diabetici contro il metodo Panzironi che affermava di poter curare il diabete di tipo 1 con una dieta e una manciata di integratori. Caretto: "Una sentenza che mette a riparo i cittadini da una cattiva informazione dannosa per la loro salute".

03 OTT - L'Associazione italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica esprime piena soddisfazione per le sanzioni che l'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha assegnato a Adriano Panzironi e ai professionisti che vendono e promuovono gli integratori alimentari “Life 120” attraverso il sito Internet Life120.it e la trasmissione televisiva "Il cerca salute", in quanto divulgatori di informazioni ingannevoli e non trasparenti.
 
“La decisione dell’Antitrust è per noi motivo di soddisfazione – dichiara Antonio Caretto, presidente Adi - Una sentenza che mette a riparo i cittadini da una cattiva informazione dannosa per la loro salute e che restituisce dignità alla scienza e a tutti i professionisti che lavorano a servizio di essa. Mesi fa come ADI avevamo denunciato insieme ad altre società scientifiche il metodo Panzironi e chiesto al Ministero della Salute l’istituzione di un’Autorità di vigilanza che regolasse e sanzionasse il mercato delle diete propagandato attraverso i media e i social network”.

“Siamo felici - continua Caretto - che l’Antitrust sia intervenuta, ma rinnoviamo l’invito alle istituzioni affinché rafforzino la sorveglianza oltre che sui media anche sui social network agendo con pesanti sanzioni su chi millanta metodi e consigli nutrizionali privi di dimostrazione scientifica e non conformi alle linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità.”

Nei mesi scorsi l’Adi ha sollevato il dibattito sulle diete e le Fake news, unendosi al grido di allarme lanciato dalle società scientifiche di diabetologia e dalle associazioni di pazienti diabetici contro il metodo Panzironi che affermava di poter curare il diabete di tipo 1 con una dieta e una manciata di integratori, chiedendo al Ministero della Salute l’istituzione di un’Autorità di vigilanza che regolasse e sanzionasse il mercato delle diete propagandato attraverso i media e i social network.


“Dietro alla nutrition fake, ovvero i falsi programmi di dimagrimento che bombardano i social network si nasconde il più delle volte un business fatto di integratori, pillole e pasti sostitutivi privi di alcuna validità - aggiunge Barbara Paolini, vicesegretario Adi - Profili di giovani ragazze senza evidenti titoli di studio promuovono, attraverso immagini di dimagrimento miracolosi e testimonianze non verificabili, integratori o beveroni di vario genere e ricette “detox” poco equilibrate. È importante agire con forza anche su questi canali proprio perché utilizzati in prevalenza da giovani utenti.”

03 ottobre 2018
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy