Quotidiano on line
di informazione sanitaria
24 MARZO 2019
Cronache
segui quotidianosanita.it

“La politica metta al centro i più fragili”. L’appello dalla prima assemblea di ‘Diritti in Movimento’

Si è svolta oggi a Roma la prima riunione nazionale del progetto che punta alla tutela delle persone più deboli ma senza paternalismi o assistenzialismo. Tra le prime proposte l'abrogazione dell'interdizione e il sostegno ai caregiver familiari.

07 MAR - Si è tenuta oggi a Roma la prima Assemblea Nazionale di 'Diritti in Movimento', un progetto che mira a occuparsi organicamente dei diritti delle persone fragili; un progetto "apartitico", di cui fanno parte professionisti, di ogni settore, famiglie delle persone con fragilità e chiunque si riconosca nell'ottica universale e "persona-centrica" del Movimento.

"Il progetto - spiega il Prof Paolo Cendon - vuole rimettere il 'diritto civile' al centro degli interessi, della discussione politica, del metodo di lavoro: sempre più la fragilità richiede parole di prossimità, confidenza e interscambio. No comunque a un'ottica di tipo paternalistico, assistenzialista, commiseratorio, per il giurista e per chi guarda e opera con le persone con fragilità. Tra gli obiettivi del Movimento c'è quello di "stimolare una rivoluzione culturale, affinché non si guardi più alla persona con fragilità come al 'diverso', ma ci si guardi, reciprocamente, animati da uno spirito di appartenenza".

Diritti in Movimento vuole condurre "una battaglia gentile per richiedere e ottenere modifiche legislative e interventi amministrativi che, da un lato, valorizzino esperienze virtuose già esistenti sul territorio nazionale e, dall'altro, indichino quali strade sono più percorribili". Tra le richieste, l'abrogazione dell'interdizione, perché "non ha più ragione d'essere, in uno Stato di diritto", il sostegno ai caregiver familiari, "affinché sia riconosciuta la condizione peculiare di chi in modo gratuito e responsabile si prende cura di una persona cara con fragilità", la valorizzazione dell'amministrazione di sostegno, come "strumento di prossimità e tutela per la persona con fragilità".


"La famiglia in crisi, la scuola, le disfunzioni della giustizia, i nuovi diversi-emarginati, il danno biologico, esistenziale, morale, i minori abbandonati: la fragilità - conclude il Professore - orienta i passi di Diritti in Movimento e, in tale direzione, tentiamo e tenteremo di operare con chiunque voglia unirsi a noi, cittadini e istituzioni".

07 marzo 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy