Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 04 MARZO 2021
Cronache
segui quotidianosanita.it

Vaccino Covid. Ungheria approva quello di AstraZeneca senza aspettare Ema e firma accordo per acquisto dello Sputnik V russo


È il primo paese Ue a farlo nonostante Ema non lo abbia approvato. L’annuncio è stato dato dal Ministro degli Esteri Szijjarto. L'accordo arriva pochi giorni dopo che il regolatore dei farmaci ungherese ha approvato sia l’uso dei vaccini AstraZeneca sia appunto lo Sputnik V russo.

22 GEN - L'Ungheria ha firmato un accordo per acquistare il vaccino russo Sputnik V COVID-19. È il primo paese dell'Unione europea a farlo. A dare l’annuncio il ministro degli Esteri Peter Szijjarto in un briefing durante i colloqui a Mosca.

In un video in diretta pubblicato sulla sua pagina Facebook, Szijjarto ha detto che i vaccini arriveranno ​​in tre tranche e che i dettagli sulle dimensioni delle spedizioni saranno rilasciati in seguito.

L'accordo arriva pochi giorni dopo che il regolatore dei farmaci ungherese ha approvato l'uso dei vaccini AstraZeneca e Sputnik V della Russia contro il coronavirus, mentre Budapest si sforza di revocare le misure di blocco del coronavirus per rilanciare l'economia. Rircodiamo che Ema deve ancora approvare il vaccino russo e quello AstraZeneca.

"Sono molto felice di annunciare che oggi abbiamo firmato un accordo in base al quale l'Ungheria può acquistare una grande quantità di vaccino russo in tre tranche", ha detto Szijjarto.

Il Ministro ha precisato che questo potrebbe consentire all'Ungheria di revocare prima le restrizioni per frenare la pandemia. Si prevede che l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) deciderà in merito al vaccino sviluppato da AstraZeneca e dall'Università di Oxford il 29 gennaio. Gli scienziati hanno espresso preoccupazione per la velocità con cui Mosca ha lanciato il suo vaccino, dando il via libera normativo per l'iniezione a casa e l'inizio le vaccinazioni di massa prima delle prove complete per testarne la sicurezza e l'efficacia erano state completate. Mosca ha affermato che lo Sputnik V è efficace al 92% nel proteggere le persone dal COVID-19 sulla base dei risultati provvisori, ma non ha ancora rilasciato l'intero set di dati per le prove. Mercoledì la Russia ha presentato istanza di registrazione del vaccino Sputnik nell'UE prima di una revisione dell'EMA il mese prossimo.

 

22 gennaio 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy