Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 AGOSTO 2022
Cronache
segui quotidianosanita.it

Fazio: via la cravatta in ospedale. Può causare infezioni


Grande risalto oggi sulla stampa a quanto detto da Fazio ieri in una trasmissione radiofonica. Eppure, che le cravatte costituissero un pericolo in corsia, lo si sapeva da diversi anni.

15 LUG - Via le cravatte dagli ospedali. Sembra una di quelle “non notizie” estive. E invece, quanto auspicato ieri dal ministro della Salute Ferruccio Fazio nel corso di una trasmissione radiofonica, è sacrosanto. Le cravatte sono ormai da anni (la British Medical Association ne parla dai primi anni 2000) nel mirino dei dirigenti del risk management addetti a combattere e prevenire le infezioni ospedaliere. Secondo studi recenti almeno il 50% delle cravatte indossate dal personale sanitario nei nosocomi è stato trovato contaminato da diversi batteri. Anche molto pericolosi per la salute dei pazienti ricoverati.
Eliminarle dall’abbigliamento in corsia, come ha già fatto ad esempio la Gran Bretagna, sarebbe quindi la cosa più ovvia da fare. La notizia diventa quindi, semmai, il perché l’Italia, per molti aspetti all’avanguardia nella prevenzione delle infezioni ospedaliere, non l’abbia ancora fatto.
Ora dobbiamo augurarci che non inizi un inutile dibattito sulla cravatta sì o la cravatta no e per far sì che i medici la tolgano, quando sono al lavoro, non serve certo una legge. Basta buon senso e qualche circolare nelle Asl e negli ospedali che, come già avviene per le indicazioni su abbigliamento e accessori, indichi anche la cravatta tra le cose da non indossare.
Quindi, ben vengano le parole di Fazio, ma ora si passi ai fatti senza innamorarci delle nostre chiacchiere.
C.F.
 

15 luglio 2010
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy