Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 20 NOVEMBRE 2019
Emilia Romagna
segui quotidianosanita.it

Emilia Romagna. Ticket: Consiglio approva risoluzione M5S che impegna Giunta a rivedere costo 

I consiglieri Sensoli e Bertani: “In quattro anni ci sono stati più di 2,4 milioni di prestazioni in meno nel pubblico a causa dei costi superiori rispetto alle strutture private. Grazie al nostro intervento abbiamo messo fine a questo paradosso”. LA RISOLUZIONE

13 GEN - Costi dei ticket più bassi per alcune prestazioni sanitarie. È questo il risultato ottenuto dal M5S grazie a una risoluzione, a firma dei consiglieri regionali Raffaella Sensoli ed Andrea Bertani, e che è stata approvata ieri dall’Assemblea Legislativa che ha anche approvato un’altra risoluzione della maggiornaza che impegna la Giunta a ‘premere’ su Governo e Regioni per la riforma dei ticket.
 
“Con l’introduzione del ticket e del successivo superticket c’è stata una costante diminuzione delle prestazioni specialistiche erogate dal Servizio sanitario pubblico, in particolare per le attività di laboratorio, di riabilitazione e di diagnostica – spiega Raffaella Sensoli che è anche vicepresidente della Commissione Sanità – Un calo frutto della rinuncia da parte dei pazienti a svolgere gli esami nel pubblico visto che nel privato si potevano effettuare le stesse prestazioni a prezzi concorrenziali e con tempi di attesa notevolmente minori. Con la nostra risoluzione abbiamo messo fine a questo paradosso, impegnando la Giunta ad abbassare il costo dei ticket e quindi a riportare i pazienti verso la sanità pubblica. Basta favori ai privati”.

 
“La principale causa del calo di prestazioni – si legge in una nota - era dovuta all’incremento del ticket introdotta nel 2011. Dal confronto dei dati forniti dall’Assessorato regionale alla Salute relativi al periodo settembre 2011-agosto 2012 con quelli del periodo settembre 2013 2013-agosto 2014, le prestazioni di laboratorio, diagnostica e riabilitazione erogate a carico del Servizio Sanitario Nazionale da parte delle strutture della Regione Emilia-Romagna sono complessivamente diminuite di più di 2,4 milioni, pari al 4,3%”.
 
“Era dall’inizio dell’attuale legislatura che chiedevamo la riduzione del ticket per correggere questa distorsione a svantaggio delle casse pubbliche – aggiunge Sensoli - Ci abbiamo provato nelle varie leggi di bilancio ma la maggioranza ci ha sempre detto che l’idea era fondata ma che bisognava fare delle verifiche. Davanti a questi dati però stavolta ci hanno dovuto dare ragione”.  

13 gennaio 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Emilia Romagna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy