Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 19 SETTEMBRE 2019
Emilia Romagna
segui quotidianosanita.it

Bologna. Epatite A riscontrata su operatore di asilo nido. Scatta la vaccinazione per i bimbi e i colleghi

La vaccinazione è stata proposta dalla Pediatria di Comunità dell’Azienda Usl di Bologna a scopo precauzionale. Le vaccinazioni riguardano, complessivamente, 63 bambini e 20 adulti. L'Ausl attiva anche un servizio per rispondere ai dubbi di genitori e operatori del nido.

05 GIU - Un caso di epatite A è stato segnalato al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Bologna. La persona coinvolta lavora in un asilo nido della città. Ne dà notizia, con una nota, la Ausl di Bologna spiegando che la Pediatria di Comunità dell’Azienda Usl ha proposto questa mattina ai genitori dei bambini iscritti, a scopo precauzionale, l’esecuzione del vaccino anti epatite A per i figli. La stessa copertura vaccinale è stata messa a disposizione degli operatori del Nido. Le vaccinazioni saranno eseguite il 7 e il 9 giugno e riguardano, complessivamente, 63 bambini e 20 adulti.

“L’epatite A – ricorda la Ausl - è una forma di epatite causata dal virus dell’epatite A, per la quale esiste una vaccinazione efficace. La vaccinazione consiste in una prima dose, seguita da richiamo a distanza di 6-12 mesi, e protegge dalla malattia sino a 30 anni dalla somministrazione”. Il vaccino antiepatite A non è tra quelli obbligatori. “La vaccinazione – spiega la Ausl - è indicata per quanti devono recarsi in Paesi ad alta endemia o in zone con condizioni igieniche carenti, per gli emofiliaci, i tossicodipendenti, chi soffre di una grave epatopatia cronica, per le persone esposte professionalmente alla malattia (per esempio gli addetti al trattamento dei liquami), per quanti convivono o sono venuti in contatto con malati di epatite A”. Il vaccino contiene il virus dell’epatite A inattivo, “cioè non più in grado di replicarsi, che inserito nell’organismo agisce stimolando le cellule del sistema immunitario”.


La Ausl spiega poi che la Pediatria di comunità dell’Azienda è a disposizione di genitori e operatori del Nido, anche attraverso un numero telefonico dedicato, per tutti i chiarimenti riguardanti la malattia, la profilassi e le modalità di contagio. “Monitoriamo costantemente la situazione”.
 
Stefano A. Inglese

05 giugno 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Emilia Romagna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy