Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 22 AGOSTO 2019
Emilia Romagna
segui quotidianosanita.it

Sistema emergenza-urgenza in Emilia Romagna. Snami contro Simeu: “Loro la colpa di molti probemi nel settore”

Nei giorni scorsi Simeu aveva inviato un documento di proposte alla Regione per superare le criticità legate alla carenza di personale. Snami: “Per anni questa società scientifica in Emilia Romagna si è impicciata delle politiche di programmazione dei corsi di idoneità all’emergenza, snaturandone l’organizzazione e creando un panorama disastroso in termini di capacità formativa complessiva per numero dei professionisti formati”. LA LETTERA

19 APR - “Simeu oggi grida all’allarme, alla carenza del personale oramai epidemica in tutta la Regione, cercando miracolose soluzioni ma dimenticandosi o omettendo che le scelte stesse della ‘società scientifica’ sono state, almeno a giudizio di tanti tra cui gli scriventi, una parte significativa e sostanziale della genesi del problema".

È questa l’accusa lanciata in una lettera aperta dallo Snami alla Società Italiana Medici ed Infermieri dell’Emergenza-Urgenza (Simeu) dell’Emilia Romagna che nei giorni scorsi aveva inviato un documento di proposte alla Regione per superare le criticità legate alla carenza di personale.

“Per anni e anni questa ‘società scientifica’ in Emilia Romagna si è impicciata, senza alcun consenso sindacale, forte di una debolezza del settore, delle politiche di programmazione dei corsi di idoneità all’emergenza, snaturandone profondamente l’organizzazione convenzionalmente prevista e creando un panorama disastroso in termini di capacità formativa complessiva per numero dei professionisti formati, e anche, non dimentichiamolo, sulla qualità della formazione erogata in tali corsi”, scrive ancora lo Snami in una lettera aperta firmata dai responsabili provinciali dell’Emergenza Territoriale (Alessandro Berti, Anna Esquilini, Davide Manfroni, Maddalena Paolucci, Marco Zaccaria, Michela Baldini, Nicola Ronchi, Roberto Pieralli, Valentina Azzaro).


“Il caos contrattuale che oggi si lamenta - proseguono - in grande parte è stato facilitato dalle azioni agite da diversi membri anche apicali di Simeu Emilia Romagna. Oggi si può tentare di prendere le distanze, ma i medici come noi hanno buona memoria e ricordano come Simeu sia sempre stata presente, su un tavolo separato con l’Assistenza Territoriale dell’assessorato, rifiutando i confronti trilaterali richiesti in primis dagli scriventi. La nostra richiesta?”, concludono i rappresentanti Snami. "Si rispettino i ruoli: Simeu si occupi di essere società scientifica e quando volesse scrivere proposte impattanti sui contratti, abbia almeno il buon gusto di confrontarsi con chi oggi è il sindacato che quei contratti convenzionati li rappresenta in quota maggioritaria”.
 

19 aprile 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Emilia Romagna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy