Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 23 LUGLIO 2019
Emilia Romagna
segui quotidianosanita.it

 Venturi sotto inchiesta dell’Omceo Bologna. Opi Emilia Romagna: “Inaccettabile usare l’Ordine per colpire un assessore”

Il Coordinamento degli Opi regionali esprime “grande disappunto e contrarietà” per l’iniziativa dell’Ordine dei medici, che ha avviato un procedimento disciplinare contro Venturi, che è anche medico, per una delibera di Giunta. “Non viene contrastato l'atto organizzativo nei luoghi opportuni ma viene perseguito l'uomo politico”, osserva l’Opi secondo cui, peraltro, “il sistema di emergenza-urgenza va valorizzato anche con gli infermieri.

18 OTT - Il Coordinamento degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (OPI) della Regione Emilia Romagna esprime “grande disappunto e contrarietà” per l’iniziativa dell’Ordine dei medici, che ha avviato un procedimento disciplinare contro l'assessore regionale alla Salute Sergio Venturi, che è anche medico, per una delibera di Giunta e, in particolare, la delibera di Giunta con le indicazioni alle Asl sulle ambulanze non medicalizzate.

“L'utilizzo dell'Ordine e del provvedimento disciplinare per colpire un Assessore che in questo caso è un medico – afferma l’Opi regionale in una nota a firma del presidente del Coordinamento Sandro Arnofi -, è un metodo inaccettabile per contrastare le scelte sanitarie della nostra regione: non viene contrastato l'atto organizzativo nei luoghi opportuni ma viene perseguito l'uomo politico”.

“Il sistema di emergenza urgenza – prosegue la nota - adottato da anni e migliorato anche a seguito del provvedimento assunto, ha valorizzato tutto il personale coinvolto e gli infermieri hanno potuto esprimere la competenza e professionalità di cui sono in possesso. Questo servizio è uno orgoglio della Sanità Emilia Romagna e lo sanno bene i cittadini che lo utilizzano lasciando numerosi ringraziamenti. L'approccio multiprofessionale nel rispetto delle norme e delle varie competenze dei medici, degli infermieri e degli altri operatori è alla base dei risultati raggiunti”.


Il coordinamento degli OPI dell’Emilia Romagna auspica che la vicenda “si concluda senza ripercussioni negative per i professionisti, per lo stesso assessore che ha saputo cogliere nella delibera il vero senso della nuova multidisciplinarità necessaria a gestire il sistema sanitario e soprattutto per la collettività”. 

18 ottobre 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Emilia Romagna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy