Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 12 DICEMBRE 2019
Emilia Romagna
segui quotidianosanita.it

Punti nascita. Regione incontra comitato e ribadisce impegno

La Regione parla di “un clima di ascolto reciproco apprezzato da tutti”. Al comitato “Salviamo le Cicogne” i rappresentanti della Giunta hanno ribadito che la questione dei Punti nascita va affrontata a livello nazionale e che qualunque decisione deve garantire la sicurezza delle mamme e dei nascituri. Confermato l’impegno della Regione sulla sanità nelle aree di montagna.

09 GEN - Sui Punti nascita della montagna la Regione è disponibile ad aprire quanto prima un tavolo di confronto con il Governo, a cui ha già chiesto – e tornerà a chiedere – un incontro con il sottosegretario alla Salute, Luca Coletto. “Ma spetta al Governo decidere se ridiscutere i parametri dell’Accordo Stato-Regioni del 2010”; parametri che hanno portato, in Emilia-Romagna, alla sospensione dell’attività di assistenza al parto a Borgo Val di Taro (Parma), Castelnovo ne’ Monti (Reggio Emilia) e Pavullo (Modena). E poiché i Punti nascita di montagna non sono un’esclusiva dell’Emilia-Romagna, “dev’essere avviato un confronto di respiro nazionale”.
 
Questa è la posizione dell’Emilia Romagna che è stata ribadita e approfondita ieri, a Bologna, nell’incontro che il presidente Stefano Bonaccini, il sottosegretario alla Presidenza della Giunta, Giammaria Manghi, e l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, hanno avuto con una rappresentanza del comitato “Salviamo le Cicogne” di Castelnovo ne’ Monti.


“Per noi il confronto con i territori è una priorità - hanno affermato il presidente Bonaccini e l’assessore Venturi - e sui Punti nascita siamo pronti a un confronto con il Governo: l’abbiamo già detto e, a questo punto, rinnoviamo la richiesta affinché si apra in tempi rapidi un confronto a livello nazionale, perché i Punti nascita di montagna non sono un’esclusiva dell’Emilia-Romagna. Vanno sottoposti a valutazione gli effetti dell’intesa istituzionale del 2010 che definì i parametri di riferimento, non dimenticando, come obiettivo primario, la sicurezza di mamme e bambini che, per noi, viene prima di tutto”.

L’incontro – che per la Regione “si è svolto in un clima di ascolto reciproco apprezzato e sottolineato da tutti” – è stato anche l’occasione per parlare più in generale del sostegno della Regione per qualificare e rafforzare ancora di più welfare e sanità in montagna. A proposito dell’Appennino reggiano, il sottosegretario Manghi – che sabato 12 gennaio sarà presente all’inaugurazione della nuova sede dei servizi territoriali del distretto montano dell’Ausl a Castelnovo ne’ Monti – ha ribadito l’importanza e la centralità del Sant’Anna all’interno della rete ospedaliera reggiana, richiamando il progetto Sant’Anna plus, dedicato allo sviluppo e al potenziamento delle attività clinico-assistenziali della struttura.

“Il progetto - ha ricordato il sottosegretario - è stato finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con quattro milioni di euro per assicurare un futuro stabile e di sviluppo a questo ospedale. Parliamo di risorse che, già oggi, hanno consentito di assumere 16 unità di personale tra medici e infermieri, riqualificare l’area dedicata al Pronto Soccorso e implementare i servizi. Un segno concreto del nostro impegno per garantire a tutti i cittadini dell’Emilia-Romagna, indipendentemente da dove risiedano, una sanità di qualità”.

09 gennaio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Emilia Romagna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy