Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 05 GIUGNO 2020
Emilia Romagna
segui quotidianosanita.it

Persone non vedenti. Nasce Tavolo di coordinamento per rafforzare i servizi sul territorio e valorizzare l'esperienza delle Associazioni

Ne fanno parte Regione, Aziende sanitarie, Centri per l'educazione e la riabilitazione visiva e Associazioni regionali. Il coordinamento affidato all'Ospedale Bufalini di Cesena - Unità operativa di Oculistica-Centro Ipovisione. L'assessore alle politiche per la salute Venturi: "Vogliamo che i cittadini con disabilità visiva diventino sempre più protagonisti delle decisioni". 

18 LUG - Valorizzare la consolidata e preziosa esperienza delle Associazioni regionali e far sì che le persone con disabilità visiva giochino un ruolo sempre più da protagonista nelle decisioni che le riguardano, a partire dagli interventi di rafforzamento dei servizi e dell’assistenza.
 
A questi obiettivi guarda il Tavolo di coordinamento regionale appena nato in Emilia-Romagna, la cui istituzione formale è stata approvata in questi giorni dalla Giunta guidata dal presidente Stefano Bonaccini. Ne fanno parte, oltre alla Regione, rappresentanti delle Aziende sanitarie e delle Associazioni regionali delle persone con disabilità visiva e i quattro Centri specialistici per l’educazione e la riabilitazione visiva esistenti nell’ambito della rete ospedaliera regionale a Bologna, Piacenza, Cesena e Rimini: Unità Operativa Ottica Fisiopatologia - Centro Ipovisione S. Orsola-Malpighi; U.O. Oculistica-Centro Ipovisione Presidio Ospedaliero di Piacenza; U.O. Oculistica-Centro Ipovisione Ospedale Bufalini di Cesena; U.O. Oculistica- Presidio Ospedaliero di Rimini.

Il Tavolo - istituito presso la direzione generale dell’assessorato alla Sanità e coordinato dal direttore dell’Unità operativa di Oculistica dell’Ospedale Bufalini di Cesena - dovrà in particolare assicurare il monitoraggio su attività, percorsi ed organizzazione dei Centri; promuovere l’attuazione uniforme su tutto il territorio della legge 284/97 (quella relativa alla prevenzione della cecità, la riabilitazione visiva e l’integrazione sociale e lavorativa dei ciechi), e individuare eventuali aree regionali in cui sia necessario il potenziamento della rete; favorire l’ulteriore integrazione tra Centri specializzati, Associazioni regionali e sedi dell’Unione Italiana Ciechi; valorizzare in ogni fase del lavoro l'opinione delle persone con disabilità visiva destinatarie degli interventi, sostenendone la partecipazione attiva nei processi decisionali; infine, rafforzare l’informazione sui sevizi esistenti, per rendere sempre più agevole l’individuazione e l’accesso ai centri specializzati di prevenzione, diagnosi, terapia e riabilitazione. Tra gli accordi formalizzati, infine, anche una valutazione da parte della Giunta regionale sulla necessità di individuare ulteriori strutture specialistiche per l’educazione e la riabilitazione.


“Vogliamo che i cittadini con disabilità visiva diventino sempre più protagonisti delle decisioni e degli interventi che li riguardano- sottolinea l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi-. Per questo è fondamentale valorizzare al massimo l’esperienza sviluppata in Emilia-Romagna dalle Associazioni e dall’Unione italiana ciechi, che rappresentano una risorsa strategica per la nostra rete regionale di servizi e assistenza. Dopo un dialogo costruttivo con queste realtà, abbiamo deciso insieme di istituire un gruppo di lavoro per rafforzare quanto di buono già esiste e potenziare ulteriormente, laddove necessario, la rete dei servizi per i non vedenti: dalla prevenzione alla cura, dalla riabilitazione alla promozione della partecipazione attiva alla vita sociale”.

18 luglio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Emilia Romagna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy