Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 19 APRILE 2021

        Federsanità
Ma in sanità
L'accordo ha la finalità di migliorare la comunicazione riguardante il linguaggio tecnico e istituzionale in ambito socio-sanitario, con il duplice obiettivo di facilitare per il cittadino la comprensione di termini cosiddetti “ostacolo” in uso nel linguaggio dei professionisti di ambito, nonché di stimolare in operatrici e operatori dei settori socio-sanitario l’utilizzo di un linguaggio più comprensibile per i non addetti ai lavori, basato in particolare sull’utilizzo di termini di lingua italiana. di Luca Caterino Leggi...

In Umbria nuove iniziative per la lotta alla violenza sulle donne
Uniformare su tutto il territorio regionale l’inserimento del numero nazionale AntiViolenza 1522 su tutti gli scontrini delle farmacie pubbliche e private che aderiranno e, contemporaneamente, aggiungere anche il cellulare del Centro AntiViolenza di riferimento. Queste le iniziative frutto di un accordo tra Anci e Federsanità Umbria, il Centro regionale Pari Opportunità (Cpo), Assofarm e Federfarma Umbria e Ordine dei Farmacisti di Perugia e Terni. Leggi...

&ldquo
In programma il prossimo 8 aprile il webinar “Terzo settore e volontariato sociosanitario durante e oltre la pandemia - Sinergie e alleanze tra Sistemi Sanitari e sociosanitari e Associazioni proposte dalle Federazioni regionali di Federsanità". Ne con il coordinatore, Giuseppe Napoli, vicepresidente vicario di Federsanità. Leggi...

Lo scudo penale per gli operatori sanitari non basta a salvare il Ssn
Potrebbe infatti accadere che, a fronte degli effetti dannosi della pandemia, le strutture, a prescindere dalla chiamata in causa penale dei professionisti, siano chiamate ad erogare risarcimenti, anche in presenza di colpa lieve, nonostante le stesse strutture si siano trovate, così come gli operatori, ad affrontare una situazione ignota, eccezionale e di enorme complessità. Per questo serve un Fondo europeo che per colpe gravi in epoca di pandemia, assicuri il giusto indennizzo a chi abbia subito ingiustificati danni di Tiziana Frittelli Leggi...

Vaccinazioni ed obblighi del datore di lavoro in ambito pandemico
Dal punto di vista di salute e sicurezza sul lavoro giuslavoristico alla base dell’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari, anche contro il virus Sars Covid 2, ci sono alcuni elementi inconfutabili. Se ne è parlato venerdì scorso in un incontro a distanza cui ha partecipato anche il sottosegretario alla Giustizia Sisto. di Domenico Della Porta Leggi...

Al via la 5ª
Il concorso annuale promosso da Sham con Federsanità e Aris con lo scopo di valorizzare e finanziare progetti innovativi a favore della prevenzione dei rischi. Oltre alla tradizionale assegnazione dei premi a livello Paese secondo le tradizionali tre categorie di appartenenza dell’ospedale (pubblico, privato senza scopo di lucro e privato), il concorso premierà anche un progetto europeo già realizzato, di particolare efficacia nell’ambito della riduzione dei rischi.  Leggi...

Vaccini e obblighi datore di lavoro in ambito pandemico
Il tema presenta profili particolarmente problematici nell’ambito del rapporto di lavoro. In che modo l’emergenza epidemiologica, nelle sue varie fasi, ha messo in discussione il binomio salute e lavoro? Almeno per il comparto sanità la vaccinazione contro la Covid-19 è da ritenersi obbligatoria alla luce di riferimenti legislativi sopravvenuti nel periodo pandemico da Sars Cov 2? E per tutti gli altri settori lavorativi è necessaria una specifica norma? Quali sono i principi da rispettare e quali le prospettive? LOCANDINA Leggi...

Subito una norma per limitare responsabilità
È il concetto stesso di emergenza, mai come adesso invocabile, a marcare la “differenza” e a giustificare una rivisitazione della responsabilità in ambito sanitario funzionale e congrua con tale stato di fatto eccezionale, in un contesto che, privo di consolidate coordinate esperenziali e scientifiche, impone agli operatori di lavorare in situazione di costante ed estrema alea. Da qui, la ormai ineludibile necessità di porre una nuova regola di responsabilità che calibri e limiti la responsabilità civile e penale di coloro i quali, responsabilmente, fronteggiano le emergenze. di Tiziana Frittelli Leggi...

Il Recovery Plan e la riforma della sanità
Il testo del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza o Recovery plan) dell’11 marzo risponde ai tre problemi principali (poca articolazione territoriale, differenze tra regioni e territori, sconnessione tra livello ospedaliero, locale e sociale) e a quelle di corollario con una riforma del modello di assistenza territoriale. Il principio generale è quello della parità di accesso ai servizi sanitari e sociali di Enrico Martial Leggi...

In uscita il primo numero del 2021 della rivista &ldquo
Le priorità per la federazione della aziende sanitarie e dei comuni rispetto al Pnrr, il tema del ruolo dell’infermiere di comunità nell’era post covid, la telemedicina per la gestione di casi clinici complessi, un focus sull’infection control con uno sguardo anche all’etica di impresa per migliorare la qualità della vita attraverso la tutela della salute. Sono solo alcuni degli approfondimenti del primo numero 2021. LA RIVISTA Leggi...

Siglato accordo Asl Napoli 3 Sud - Mmg e sindaci
Fondamentale è l’apporto dei Comuni e dei sindaci del territorio, insieme ad Anci Campania, per dare maggiore forza alla rete dei servizi. Le Amministrazioni comunali, infatti, forniscono il loro supporto operativo mettendo a disposizione spazi e attrezzature per facilitare la somministrazione delle dosi e per ridurre i disagi per la cittadinanza. Leggi...

Recovery plan
"Un sistema a carattere comunitario nel quale produrre salute/benessere diventa un compito anche della società civile e del Terzo settore, all’interno di un sistema relazionale che connette le varie dimensioni del benessere stesso: sociale, economico, ambientale, oltre che meramente sanitario. Un modello che si muove per anticipare i bisogni sociosanitari e prevenire le patologie, abbandonando il tradizionale modello 'curativo' di attesa della patologia e di erogazione di prestazioni sanitarie”. Questa la proposta della presidente Tiziana Frittelli in audizione alla Camera. IL DOCUMENTO Leggi...

Responsabilità
Due le cose da rivedere nel recente schema di decreto del Mise sui requisiti minimi delle polizze assicurative: la prima è l’inserimento di una fase transitoria (da 2 a 3 anni) per la messa a regime del “fondo rischi”, da affiancare al “fondo di messa a riserva”; la seconda riguarda l’eccessivo rilievo dato all’assolvimento/mancato assolvimento degli obblighi di formazione Ecm. Ma resta sul tavolo la questione dell’impatto dei conflitti attivati per le richieste risarcitorie legate alla pandemia Covid di Tiziana Frittelli Leggi...

Covid
Gli atti sanitari compiuti per procedere alla vaccinazione anti Covid-19, le varie comunicazioni alle strutture sanitarie e, in casi particolari, al Giudice Tutelare non possono che essere ritenuti fatti noti e tali da far rientrare tra gli obblighi di ufficio per le Direzioni Sanitarie e dei Servizi Sociali l'istanza al Giudice Tutelare per la nomina dell'Amministratore di Sostegno ai sensi dell'articolo 406 c.c. Tale debita condotta è idonea a garantire agli esercenti le professioni sanitarie possano la facoltà di operare in piena conformità alle norme giuridiche e deontologiche. di Pasquale Giuseppe Macrì Leggi...

Comunicare la direzione in epoca Covid
La monografia “Comunicare la direzione” della rivista Organizzazione Sanitaria - FRG Editore - uscita in questi giorni è frutto di una riflessione condivisa, nella piena integrazione d’idee e di prospettive tra le iniziative del Tavolo nazionale dei comunicatori di Federsanità ed il Tavolo sanità dell’Associazione PA Social. Esperienze che facilitano il benchmarking ed il confronto, alimentando la discussione dentro e fuori il circuito professionale di Francesco Colavita e Teresa Bonacci Leggi...

Governo e Parlamento
 
 
 
 
segui quotidianosanita.it
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy