Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 20 NOVEMBRE 2019
      
      Federsanità
segui quotidianosanita.it

Anziani. Al via il progetto Stop&Go su servizi assistenziali

Il progetto, di durata triennale, ha l'obiettivo di sperimentare sul campo un modello europeo di bandi di gara per il procurement pubblico di servizi sanitari e sociali integrati, potenziati dalla telemedicina e dalla domotica, a beneficio della popolazione anziana.

13 APR - Il 7 e 8 aprile si è svolto il kick-off meeting del progetto europeo Stop&Go” (Sustainable Technology for Older People – Get Organised), cofinanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del programma ICT-PSP di sostegno alle politiche in materia di ICT, nel quadro del programma CIP (Competitività e Innovazione) 2007–2013. Il risultato concreto atteso dal progetto, e più in generale dai primi piloti europei orientati al Public Procurement Innovation (PPI) è quello di coordinare e armonizzare la domanda del settore pubblico al fine di riuscire a stimolare la crescita dell'innovazione. L'obiettivo del progetto STOP&GO è quello di definire e sperimentare sul campo un modello europeo di bandi di gara per il procurement pubblico di servizi sanitari e sociali integrati, potenziati dalla telemedicina e dalla domotica, a beneficio della popolazione anziana.

Le stazioni appaltanti italiane attive nel progetto sono Asl RM D, Asp Catanzaro, Arsan Campania, le quali impegneranno fondi propri per sperimentare il modello europeo di bando di gara, con i seguenti obiettivi generali e specifici:
- aumentare il benessere della popolazione (in particolare, la salute degli anziani);
- individuare componenti di innovazione sostenibili e migliorare l’efficacia dei propri processi interni (cioè i modelli organizzativi di cure primarie integrate basati su servizi domiciliari);
- favorire lo sviluppo del mercato (ovvero l’offerta di servizi socio-sanitari e le soluzioni tecnologiche relative);
- sperimentare sul campo modelli innovativi di bandi basati su pagamento per performance (cioè sui risultati concreti di outcome sulla salute dei pazienti).

Il coordinamento scientifico e metodologico per la preparazione iniziale e la valutazione finale delle azioni locali è affidato ad un gruppo di consulenti afferenti ad istituzioni autorevoli nel panorama nazionale ed internazionale tra cui Federsanità Anci, la London School of Economics, il Dipartimento di Salute inglese, l’Istituto superiore di sanità spagnolo Carlos III, e Smart Homes in Olanda.
Stop&Go avrà una durata complessiva di 3 anni; al termine del primo anno è attesa la pubblicazione dei bandi di gara, ciascuno basato sul modello sviluppato dal progetto adattato al contesto locale, con un ordine di grandezza di 3-4 milioni di euro. L'incontro di avvio del progetto si è svolto a Eindhoven (Olanda), città di nascita della Philips, tra la mura dell'edificio che ha visto lo sviluppo di standard tecnologici per l'elettronica di consumo, come Dvd e Blu-ray. Tra le sessioni di lavoro particolarmente significativo è stato il workshop tra i sei procurer europei, in cui sono state definite le linee generali del modello di bandi di gara, su cui Federsanità Anci ha il compito di gestire una consultazione a livello nazionale, sia tra le aziende sanitarie che tra i fornitori di servizi e di tecnologia. 

13 aprile 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Sicurezza delle cure

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy