Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 12 DICEMBRE 2019
      
      Federsanità
segui quotidianosanita.it

Risk management. Al via il 25 novembre corso perfezionamento alla Luiss Business School di Roma con Federsanità Anci

Tra i destinatari vi sono i professionisti che operano nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere e i giovani  che hanno interesse in questo settore e che vogliono acquisire conoscenze e strumenti per la gestione del rischio in sanità. LA BROCHURE DEL CORSO

04 NOV - Formare in maniera completa gli operatori della gestione del rischio nelle aziende sanitarie ed ospedaliere del Paese, in linea anche con le indicazioni del modello italiano per la gestione del rischio in sanità, sperimentato da Federsanità ed Agenas e presentato al Ministero della Salute.

Con questo obiettivo parte il prossimo 25 novembre, alla presenza del Senatore Amedeo Bianco della Commissione Igiene e Sanità del Senato, il corso di perfezionamento “Risk Management in Sanità” promosso da Federsanità ANCI in collaborazione con Luiss Business School.

Tra i destinatari vi sono i professionisti che operano nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere e i giovani  che hanno interesse in questo settore e che vogliono acquisire conoscenze e strumenti per la gestione del rischio in sanità.

“La parola d’ordine – ha spiegato Stefano Mezzopera Risk Manager di Federsanità ANCI - è, ancora una volta, ‘Sicurezza delle cure’. L’opera di alfabetizzazione, rivolta ai professionisti della salute, in tema di risk management è un impegno prioritario ma anche un obbligo etico e deontologico. La formazione degli operatori del SSN è sempre più un processo continuo e integrato, che parte dagli studi universitari e si conclude con il termine della vita professionale attiva. L’obiettivo è la costruzione di quel ‘professionista di qualità attento alla sicurezza delle cure’ che è la condizione necessaria per rispondere adeguatamente ai bisogni di salute della popolazione”.

Il corso, articolato in moduli in formula part-time, è costituito da attività didattiche (corsi, conferenze e laboratori) e Project Work, per un totale di 60 Crediti Formativi Universitari CFU. La durata è di un anno accademico per 1500 ore complessive di formazione. Le lezioni frontali si svolgono due volte al mese a partire da settembre 2016 con il seguente orario venerdì dalle ore 10.00 alle ore 19.00 e sabato dalle ore 9.00 alle ore 18.00.

Inoltre, i partecipanti al corso avranno l’opportunità, al termine del percorso di studio, di sostenere un apposito esame da parte di CEPAS, l’Istituto, che opera in ambito interenazionale, che certifica le competenze e la formazione, per valutare le competenze acquisite in materia di  gestione del rischio in sanità.

04 novembre 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Sicurezza delle cure

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy