Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 19 AGOSTO 2019
Friuli Venezia Giulia
segui quotidianosanita.it

Risorse aggiuntive regionali. Bressan (Uil Fpl Fvg): “No al loro utilizzo per far fronte ai problemi evitando assunzioni”

Il sindacalista sul mancato accordo con vertici della Azienda 2 Bassa Friulana-Isontina. “Non è stata condivisa ed accettata l’annosa quanto meno storica scelta di utilizzare 120.000 euro per le prestazioni aggiuntive per il PS di Lignano Sabbiadoro. Questi tipi di progetti non sono in armonia con i principi progettuali delle Risorse aggiuntive regionali, che prevedono l’utilizzo di queste risorse per progetti qualitativi, non per per evitare assunzioni”.

15 MAG - E’ iniziata proprio in questi giorni la contrattazione del comparto sanità FVG fra le OO.SS firmatarie di CCNL ed i vertici della Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana-Isontina, che conta 2.100 dipendenti, escussi i dirigenti medici, sulle risorse aggiuntive regionali che prevedono un budget di 2.598.000, basato su criteri di premialità per il raggiungimento degli obiettivi. “Non è stata condivisa ed accettata – ci tiene a precisare il segretario generale regionale UIL FPL Luciano Bressan - l’annosa quanto meno storica scelta di utilizzare 120.000 euro per le prestazioni aggiuntive per il PS di Lignano Sabbiadoro. Questi tipi di progetti non sono in armonia con i principi progettuali per l'utilizzazione delle Risorse aggiuntive regionali (RAR), che prevedono l’utilizzo di queste risorse per progetti qualitativi, volti a dare un beneficio diretto ed attuale all’utente e non per essere utilizzato per evitare assunzioni di personale ospedaliero”.

Per far fronte all’aumento di utenza durante il periodo estivo nelle località turistiche, come il pronto soccorso di Grado, è stato esternalizzando il servizio. “Con questa formula – puntualizza il Segretario Bressan – oltre a fare risparmiare denari alla stessa Azienda, le risorse impiegate non vanno sicuramente ad attingere dal fondo delle risorse aggiuntive regionali. Negli ultimi due anni il PS di Grado nel periodo estivo ha incrementa gli accessi di circa 1000 utenti, mentre il PS di Lignano Sabbiadoro ha diminuito i suoi accessi di circa 400 unità; con la differenza che il Pronto Soccorso di Lignano Sabbiadoro, non esternalizzando il servizio ad altri infermieri per il periodo estivo, incentiva con 400 € a turno i 50 infermieri dipendenti che hanno riposto aderito al bando”.  


Da anni i sindacati chiedono che la questione, che si presenta nei vari PS, in particolare tutti quelli legati alla stagionalità, sia gestita in tempi utili e con personale formato e competente. “Ogni anno il copione è sempre lo stesso – precisa Bressan - si arriva alle solite conclusioni, affrettate ed inefficienti a discapito della qualità assistenziale e con grave dispendio economico. Nel 2015 la somma ripartita per il progetto a sostegno del PS di Lignano Sabbiadoro ammontava a 36.000 euro: a distanza di 4 anni, la spesa è più che triplicata, arrivando a 120.000 e con la richiesta di assunzione di sette infermieri”.

Le Organizzazioni Sindacali e le Rsu hanno ribadito che resta sempre in primo ordine la gravissima, e più volte ribadita, questione della carenza di infermieri, ostetriche, fisioterapisti, tecnici di radiologia e di prevenzione, assistenti sanitari, amministrativi, Oss… Con queste premesse e senza assunzioni nel breve periodo, diventa difficilissimo anche programmare il piano ferie ormai alle porte. “Abbiamo sollecitato dopo l’ennesima richiesta la mappatura ed il programma del fabbisogno del personale, che ancora una volta non ci è stato consegnato. Ci sono ospedali come Gorizia, Monfalcone, Latisana e Palmanova, in precarie condizioni e al limite della sicurezza. Il prossimo 23 maggio si discuterà del piano ferie estivo, che come sempre sarà un bagno di sangue”, conclude il Segretario Regionale UIL FPL Luciano Bressan.
 
Endrius Salvalaggio

15 maggio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Friuli Venezia Giulia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy