Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 19 GENNNAIO 2021
Friuli Venezia Giulia
segui quotidianosanita.it

Contratto Sanità Privata. Cgil, Cisl e Uil: “Adesione sciopero in Fvg tra il 70 e l’80%”

Secondo quanto riporta la Fp-Cgil, l’adesione in regione è compresa tra il 70 e l’80%, con punte del 95% alla Nostra Famiglia di Pasian di Prato. “La grande partecipazione  - è un messaggio chiaro alle aziende: i lavoratori sono stufi e non intendono aspettare oltre né accettare altre beffe da parte di Aris e Aiop, che sono giunte al punto di rimangiarsi gli accordi già presi”, ha dichiarato Olivo segretario della Fp-Cgil Fvg

17 SET - È “inaccettabile che non si trovino le soluzioni per riconoscere il giusto valore ai lavoratori che giornalmente contribuiscono alla crescita della Sanità privata e al suo ruolo di supporto al servizio pubblico”. Così i sindacati regionali Fp-Cgil, Cisl-Fp e Fpl-Uil, che ieri hanno promosso un presidio davanti alla prefettura di Udine assieme ai lavoratori della Sanità privata in sciopero a causa del mancato rinnovo del contratto nazionale di categoria, fermo da 14 anni e ulteriormente slittato dopo la preintesa di giugno.

Alla protesta in regione, secondo quanto riporta la Fp-Cgil, l’adesione è compresa tra il 70 e l'80%, con punte del 95% alla Nostra Famiglia di Pasian di Prato. “La grande partecipazione - osserva Orietta Olivo, segretaria generale della Fp-Cgil del Fvg - è un messaggio chiaro alle aziende: i lavoratori sono stufi e non intendono aspettare oltre né accettare altre beffe da parte di Aris e Aiop, che sono giunte al punto di rimangiarsi gli accordi già presi”.

Fp-Cgil, Cisl-Fp e Fpl-Uil rimarcano che alla base della preintesa di giugno “c'erano garanzie istituzionali, confermando di fatto l’assenza di fattori ostativi alla sottoscrizione e alla sostenibilità del rinnovo contrattuale”. A motivare il dietrofront di Aris e Aiop, dunque, per i sindacati, c’è “la non volontà di mantenere gli impegni sottoscritti con la preintesa”.


Uno “schiaffo", concludono, “a chi ha continuato a lavorare, senza gratificazioni, incentivi o premi, per far fronte a un’emergenza di una gravità senza precedenti”.

17 settembre 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Friuli Venezia Giulia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy