Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 07 APRILE 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

M5S: “Politica piegata da corporativismo delle poltrone”

25 OTT - “Il voto contrario espresso rispetto al Ddl Sanità era inevitabile: non potevamo esprimerci diversamente rispetto a un provvedimento che ha visto le forze della maggioranza e il Ministero della Salute piegarsi ai diktat degli ordini professionali. Il risultato è un provvedimento fortemente corporativista, che evidenzia una matrice retrograda e arcaica della sanità. Il Ministro della Salute ha preferito occuparsi delle poltrone di chi ambisce all'estensione di poteri e poltrone piuttosto che trovare soluzioni per la riduzione di enti inutili che gravano sulle tasche dei professionisti della salute”.
 
Così i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari Sociali e il collega pentastellato Massimo Baroni motivano le ragioni del voto contrario espresso dal loro Gruppo M5s al Ddl Sanità.


“La Camera ha mantenuto la dislocazione obsoleta e inefficiente degli ordini, su base provinciale, al fine di mantenere lo status quo e, soprattutto, questo farà sì che le poltrone si moltiplicheranno, passeranno da circa 6 mila a 22 mila. Poltrone che ovviamente richiederanno uffici, personale amministrativo, gettoni e diarie. A pagare questa proliferazione delle spese ovviamente saranno gli iscritti agli albi.


Se a questo aggiungiamo che gli ordini sanitari possono continuare a sfuggire alle norme sulla trasparenza; che l’introduzione sul limite dei due mandati negli ordini è ingannevole perché più formale che sostanziale , che i revisori dei conti continuano ad essere scelti all’interno degli ordini - e non tra professionisti in possesso dello specifico titolo – e che le disposizioni sulla dirigenza del Ministero della Salute si pongono in conflitto con la cosiddetta delega Madia e con la disciplina dirigenziale valida per tutte le pubbliche amministrazioni, risulta chiaro che il nostro voto non avrebbe potuto essere diverso rispetto a quello espresso”.
 

25 ottobre 2017
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy