Quotidiano on line
di informazione sanitaria
12 LUGLIO 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Novelli (FI): “Risultato frutto di lavoro corale, ora impegni si traducano in azioni”


28 NOV - A pochi giorni di distanza dalla settimana dedicata all’uso consapevole degli antibiotici, la commissione Affari sociali della Camera ha approvato all’unanimità una risoluzione sulle iniziative per contrastare il fenomeno dell'antibiotico-resistenza. Approvazione che giunge al termine di un percorso avviato dalla presentazione di una risoluzione da parte del deputato di Forza Italia Roberto Novelli, a cui si sono poi aggiunti altri testi presentati da M5S, Pd, Liberi e Uguali, Lega e Fratelli d’Italia.
 
“Ogni anni circa 33mila persone in Europa muoiono a causa di infezioni dovute a batteri resistenti agli antibiotici. Purtroppo – ricorda Novelli, presentatore del testo unificato approvato oggi - l’Italia vanta il triste primato continentale con circa 10mila decessi all’anno. Numeri che fanno riflettere, tanto più che se non si agirà in tempo l’antibiotico-resistenza sarà negli anni a venire la prima causa di morte. L’approvazione di questa risoluzione, frutto di un lavoro corale della commissione apprezzato anche dalla sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa, è un importante segnale di attenzione della politica nei confronti di un fenomeno allarmante e un contributo per l’azione del governo”, aggiunge il deputato.
 
“Oltre alla prioritaria tutela della salute, non è trascurabile l’impatto economico, stimabile in circa un miliardo all’anno con una previsione di crescita stimata in 13 miliardi di dollari da qui al 2050: cifre che gravano e graveranno sul bilancio sanitario e quindi sottratte ad altri interventi. Le cause del dilagare del fenomeno sono un uso eccessivo di antibiotici sugli uomini e sugli animali, prescrizioni non appropriate, assunzioni di antibiotici non necessaria e una scarsa conoscenza dell’impatto sull’ambiente e sull’ecosistema. Con i 20 impegni contenuti nella risoluzione abbiamo indicato al Governo tre principali linee d’azione da percorrere per contrastare la resistenza antimicrobica: informare, sensibilizzare e agire, tenendo conto che tenendo conto che i bambini fino a quattro anni sono i principali assuntori di antibiotici, seguiti dagli ultrasettantacinquenni. Quella di oggi è una bella pagina di politica, in cui si sono messe da parte le divisioni e si è raggiunto un risultato grazie all’impegno congiunto di tutte le forze politiche. Adesso è necessario che gli impegni si traducano in azioni”, conclude Novelli. 

28 novembre 2019
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy