Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 13 NOVEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Nicchi (Sel): “L'universalismo è senza aggettivi”

04 GIU - A Marisa Nicchi, deputata di Sinistra ecologia e libertà e membro della Commissione Affari sociali, le parole del ministro Lorenzin sull’universalità “mitigata” non sono piaciute. "Il diritto alla salute – ci ha detto al termine dell’audizione - è garantito dalla Costituzione a prescindere dalle capacità di spesa dei cittadini. Se si vuole razionalizzare la spesa, fare la lotta agli sprechi, alle corruttele va bene, ma limitare l'universalismo in questi termini è miope perché la filiera del sistema sanitario pubblico con le sue implicazioni economiche è un buon aiuto a tutta l'economia. Dietro c'è un pezzo d'economia importante fatto di ricerca, innovazione, buona occupazioni, eccellenze che può essere volano". Quindi no a limitare l'universalismo cardine del Ssn”.
 
In assenza di risorse che fare? "Si deve lavorare sugli sprechi, se ne parla tanto ma è ora di agire. Non si può più pensare che l'unica idea sulla sanità sono i tagli ai servizi”.
 
“Ragioniamo sull'appropriatezza delle cure, ragioniamo sul governo clinico  e sulle razionalizzazioni. I temi sono complessi – ci ha sottolineato - ma se l'alternativa e' usare l'ascia dei tagli lineari non ci siamo. Noi siamo inoltre contrari alla privatizzazione del sistema”.

 
“Universalità mitigata cosa vuol dire? Compartecipazione?”, si chiede Nicchi, che aggiunge “In un paese in cui a milioni escono dalle cure pubbliche, riaccendere la questione dei ticket è sbagliato. Quelli previsti per il 2014 devono essere cassati ma il ministro ci deve dire come recuperare i 2 miliardi previsti da quei ticket. La compartecipazione sulla specialistica attualmente aiuta il sistema privato perché non è competitivo per il pubblico. Così rischiamo di affossare il sistema pubblico. Noi su questo mettiamo un campanello d'allarme grandissimo. Aspettiamo proposte. Su tutte le proposte faremo una valutazione. Però questo è un punto delicato".

04 giugno 2013
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy