Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 17 SETTEMBRE 2021
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

D’Ambrosio Lettieri (Pdl): “Il ministro mi ha assicurato che universalismo e art.32 non saranno messi in discussione”


04 GIU - “La relazione del ministro è stata puntuale, adesso attendiamo le repliche perché ci sono alcuni punti su cui è necessario fare chiarezza”. Così il senatore Pdl Luigi D’Ambrosio Lettieri della Commissione Igiene e Sanità che abbiamo avvicinato al termine dell’audizione di Lorenzin. “Ad esempio – ci ha detto - il finanziamento di cui ha parlato anche il ministro nella relazione. La politica di tagli prevalentemente lineari a cui è stato sottoposto il bilancio della sanità evidentemente mette in pregiudizio la sostenibilità del sistema”. “E' necessario che vengano fatti degli approfondimenti – aggiunge - e aspettiamo le repliche del ministro”. “Ho trovato particolarmente apprezzabile l'attenzione che prioritariamente Lorenzin ha inteso destinare alla politica per la prevenzione primaria e secondaria, introducendo addirittura un concetto di prevenzione terziaria che mi trova particolarmente favorevole in riferimento alla necessità di sostenere in modo più efficace la riabilitazione in quanto – ha detto l’esponente Pdl - la nostra società invecchia sempre di più e guarisce sempre di meno. Quindi buona l'attenzione alla cronicità”.

 
“Sulla programmazione sanitaria credo che si metterà mano rapidamente a provvedimenti legislativi che completino il percorso di riforma di cui il nostro sistema sanitario ha bisogno. A partire dal governo clinico che dentro di sé chiude due aspetti, uno riguarda il principio della responsabilità professionale, che è un problema cruciale che resta non sufficientemente risolto – ha spiegato D’Ambrosio Lettieri - il secondo quello della medicina difensiva che pesa nei bilanci dello stato per diversi miliardi”.
 
“L'universalità della 833 del tutto a tutti, dalla culla alla tomba è ormai perso da tempo”, conviene con il ministro il senatore. “Bisogna avere il coraggio di andare verso un sistema di universalità selettiva – spiega - che dia un livello di copertura adeguato per quantità di prestazioni e qualità di prestazioni ivi compreso i principi di accesso ai servizi sanitari”. “In questa logica – sottolinea - anche il ruolo che il ministro ha inteso ricavare per la farmacia italiana merita considerazione. Io spero faccia dei sostanziali passi in avanti quella legge, voluta dal ministro Fazio e fortemente sostenuta da tutto il parlamento, sulla farmacia dei servizi che ha intenzioni positive ma che per larga parte non è ancora patrimonio comune della sanità italiana”.
 
Ma tornando al discorso del ministro sulla fine del “tutto a tutti”, D’Ambrosio Lettieri ci dice che ha avvicinato lui stesso il ministro per chiederle chiarimenti su quel passaggio. “Lei si è molto preoccupata di essere fraintesa – ci ha raccontato - mi ha detto che nei fatti noi siamo passati da un sistema dove c'era un concetto del tutto a tutti ad una universalità mitigata dove si spinge sull'appropriatezza della prestazione in modo da dare quello che è necessario dare a chi ne ha bisogno. Questo (sono ancora parole della Lorenzin) è stato uno degli elementi su cui poi si è organizzata la spesa sanitaria. Questo è nei fatti. Il sistema universalistico e l'articolo 32 ci sta a cuore e lo difenderemo, mi ha assicurato il ministro".

04 giugno 2013
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy