Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 10 DICEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Toti (Regioni): “Abbiamo detto sì a dlgs Madia ma preoccupati su tagli extra-sanità in Legge Bilancio”

03 NOV - “Abbiamo dato parere favorevole al decreto Madia che riguarda la dirigenza della Repubblica. Il nostro parere è ovviamente condizionato a tutta una serie di emendamenti e allo strumento dell’intesa forte per l’applicazione dello stesso tra Stato e Regioni”, lo dichiara al termine della riunione del 3 novembre, il vicepresidente della Conferenza delle Regioni, Giovanni Toti (presidente della Liguria). Inoltre “abbiamo fatto un’ulteriore valutazione sulla legge di stabilità. Domani (4 novembre, ndr) ci sarà l’audizione delle Regioni in Parlamento” e in quella sede “ribadiremo tutta la nostra preoccupazione per i tagli, 2,7 miliardi, di tutti i comparti non sanitari, del bilancio delle Regioni”.
 
Sempre nel confronto con i parlamentari proporremo anche ”correttivi” e “una serie di emendamenti che dovrebbero addolcire in qualche modo, almeno per quanto riguarda la cassa, la manovra che è molto rigorosa”. “Ma non lo diciamo da ora, lo diciamo - ricorda Toti - fin dall’anno scorso” perché si tratta di interventi che “rientrano nei tagli del pluriennale di finanza pubblica”. I correttivi sono considerati indispensabili, ma quand’anche fossero accettati, secondo Toti, sarà comunque ”molto, molto complicato chiudere i bilanci di tutte le Regioni”.

 
“Torneremo a sollecitare un incontro dei vertici della nostra conferenza con i massimi vertici del governo per analizzare l’interno impianto di questa manovra” perché “se dovesse proseguire così anche con alcuni piccoli correttivi, metterebbe comunque gravemente a rischio tutto il comparto di bilancio non sanitario delle regioni”, ovvero, spiega Toti, “tutti i servizi che le regioni erogano ai cittadini fuori dalla sanità”. Quanto al fondo sanitario “che pure viene aumentato”, Toti sottolinea che “a stento copre i nuovi costi, anzi in realtà le coperture sono lievemente inferiori” rispetto alle esigenze da garantire. Non c’è insomma una “coperta” sufficientemente ampia per coprire “i nuovi costi, ma diciamo pure che a sanità desta meno preoccupazione”.

03 novembre 2016
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy