Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 19 NOVEMBRE 2018
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

M5S: “Decreto irricevibile, la forzatura del Governo spacca il Paese”

07 GIU - “Dopo aver dovuto attendere tempi giurassici, il decreto sui vaccini è stato ufficialmente licenziato e il nostro giudizio è netto: questo testo è irricevibile. Il governo, invece di spiegare adeguatamente quanto e perché le politiche vaccinali sono fondamentali, sceglie di puntare direttamente su un approccio coercitivo che crea una pericolosa spaccatura nel Paese. Hanno triplicato il numero dei vaccini obbligatori, portandoli a 12 (una cifra che non ha eguali in nessun Paese europeo): tutto questo quando in Italia non è stata registrata una situazione di emergenza epidemiologica tale da giustificare una decisione così estrema e senza che siano state minimamente motivate, per tempo e diffusamente,  le ragioni che li hanno spinti a tanta drasticità”. Così i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Affari Sociali e i senatori in commissione Igiene e Sanità.

“Ma c’è di più - spiegano ancora i deputati e i senatori pentastellati -: non si parla solo di inasprimento delle sanzioni, ma si arriva alla possibilità di segnalare i genitori inadempienti rispetto al calendario vaccinale al tribunale per i minori. In sostanza è prevista la possibilità di perdere la patria potestà? Questo approccio coercitivo esaspera gli animi e rischia di innescare un clima di ulteriore scontro tra Stato e cittadini e tra opposte fazioni. Il governo ha deciso di forzare la mano per ragioni che non ha avuto nemmeno la decenza di chiarire attraverso campagne informative. Di fronte alla presenza diffusa di notizie  e interpretazioni false o parziali sulle vaccinazioni il governo, invece di fare chiarezza e sciogliere i dubbi, ristabilendo un rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni, ha scelto di agire solo a valle del problema, imponendo l’obbligo”.


“Di massicce politiche - concludono i deputati e i senatori del Movimento 5 Stelle - di contrasto alla disinformazione sui vaccini non ne abbiamo vista nemmeno l’ombra. Un’altra via era ed è possibile, ma il governo ha deciso di non sentire ragioni e di andare dritto la sua strada senza neppure provare a instaurare un clima di confronto e ascolto nel Paese. Quel modello di ascolto, confronto, accompagnamento (con tanto di clausole di salvaguardia, in caso di rischio accertato di epidemie), per ottenere le massime coperture vaccinali, che caratterizza l’approccio della raccomandazione e che il MoVimento sostiene e ritiene essere il più equilibrato”.

07 giugno 2017
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy