Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 04 FEBBRAIO 2023
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Celiachia. Con il Covid scende il numero di nuove diagnosi. Speranza: “Messe in atto misure per garantire dieta senza glutine anche in piena pandemia”


Pubblicata la nuova Relazione al Parlamento. Nel 2020 le nuove diagnosi sono state 7.729 contro le oltre 11 mila dell’anno precedente. In totale in Italia ci sono 233 mila celiaci. Dai dati raccolti, nel 2020 il SSN ha speso 209,6 mln l’acquisto dei prodotti senza glutine con un contributo pro-capite medio di circa 1.000 euro. IL DOCUMENTO

17 FEB - Con la pandemia si registra una contrazione delle nuove diagnosi di celiachia. Nel 2019 erano state oltre 11 mila mentre nel 2020 sono scese a 7.729. Il dato è contenuto nella Relazione al Parlamento 2020 appena pubblicata dal Ministero della Salute.
 
“Il 2020 – scrive nella prefazione il Ministro della Salute, Roberto Speranza - è stato un anno particolare dove l’epidemia da COVID-19 ha reso difficile l’accesso alle diagnosi e alle cure ma nonostante questo in Italia sono state eseguite circa 7.729 nuove diagnosi di celiachia”.
 
“Per garantire la dieta senza glutine anche in piena pandemia – prosegue - , il Ministero ha provveduto a supportare le Regioni nella gestione dei celiaci fuori sede e a confezionare, in collaborazione con il Ministero dell’economia e delle finanze, la bozza della norma che ha come obiettivo l’acquisto dei prodotti senza glutine al di fuori della regione di residenza o del domicilio sanitario del paziente celiaco e la spendibilità del buono in tutti i canali di vendita. Per favorire una corretta alimentazione anche fuori casa, il Ministero della salute ha continuato a impegnare e distribuire i fondi statali per garantire i pasti senza glutine nelle mense e la formazione degli operatori del settore alimentare. Le attività di tutela della salute non si sono mai fermate grazie al costante lavoro di collaborazione tra istituzioni, associazioni e imprese che ogni giorno, e senza sosta, contribuiscono a salvaguardare la salute di tutti noi e questo documento è l’occasione per ringraziare ancora una volta il nostro prezioso Servizio Sanitario Nazionale”.
 
I numeri
La celiachia è una patologia cronica che colpisce circa l’1% della popolazione e si sviluppa in soggetti geneticamente predisposti. E’ una condizione permanente in cui il soggetto affetto deve escludere il glutine dalla sua dieta per tutta la vita. Dai dati raccolti e sintetizzati in Tabella 8 risulta che in Italia i celiaci siano 233.147 celiaci , di cui il 34% appartenente alla popolazione maschile (78.248) e il 66% a quella femminile (154.899).
 
Dai dati raccolti, nel 2020 il SSN ha speso € 209.688.912,20 per l’acquisto dei prodotti senza glutine con un contributo pro-capite medio di circa 1.000 euro. In Italia, il SSN garantisce al celiaco un supporto economico mensile per l’acquisto dei prodotti senza glutine specificamente formulati il cui ammontare cambia a seconda del sesso e dell’età del soggetto.

17 febbraio 2022
© Riproduzione riservata
Allegati:

spacer La Relazione

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy