Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 18 AGOSTO 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Covid. Costa: “Nessuna nuova misura restrittiva all’esame”. E poi rilancia: “Stop a isolamento per positivi asintomatici è da considerare”


Il sottosegretario alla Salute: “È un ragionamento che andrà fatto più avanti, ma prima o poi dovremo porci il problema, altrimenti rischiamo di ribloccare il Paese. Oggi abbiamo non solo positivi asintomatici che sono in casa a fare la quarantena ma anche inconsapevolmente sono in giro”. E poi esclude nuove restrizioni: “Dobbiamo veicolare correttamente prudenza e senso di responsabilità e non messaggi di allarmismo e di paura”.

04 LUG -

“Ho sempre detto che l'obiettivo è arrivare a convivere con il virus e convivere significa, a mio avviso, prendere anche in considerazione l'ipotesi che chi è positivo e asintomatico possa evitare isolamento e la quarantena” Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervistato da RaiNews24 dove ha ribadito la sua posizione che però fin ora non ha trovato l’assenso del Ministro della Salute, Roberto Speranza.

Quello su isolamento e quarantena, ha proseguito, “è un ragionamento che andrà fatto più avanti, ma prima o poi dovremo porci il problema, altrimenti rischiamo di ribloccare il Paese. Oggi abbiamo non solo positivi asintomatici che sono in casa a fare la quarantena ma anche inconsapevolmente sono in giro”.

“Credo che convivenza significhi prendere atto che siamo in una fase endemica. Ovviamente - ha aggiunto Costa - dobbiamo attendere che passi questo momento di innalzamento dei contagi, che fortunatamente non sta producendo una pressione sui nostri ospedali, dove i numeri sono ancora ampiamente sotto controllo. Credo - ha aggiunto - che dobbiamo veicolare correttamente prudenza e senso di responsabilità e non messaggi di allarmismo e di paura”.

Costa ha anche annunciato come “al momento sul tavolo del governo non c'è nessuna misura restrittiva all'esame. I dati ci dicono che siamo in una fase certamente positiva e gestibile, dobbiamo monitorare con grande attenzione. Valuteremo quelli che saranno gli scenari nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, ma credo che sia anche sbagliato dire che sarà un autunno catastrofico. Credo che oggi gli italiani, dopo due anni e mezzo di restrizioni e sofferenza, abbiamo bisogno di messaggi positivi e rassicuranti”.

Il sottosegretario ha anche affrontato il tema della quarta dose: “Purtroppo dobbiamo registrare che c'è stato un rallentamento e questo non è positivo: dobbiamo utilizzare ogni momento per rinnovare l'appello a tutti coloro per i quali è prevista la quarta dose, come anziani e ultrafragili”.

La quarta dose, ha proseguito, protegge di più anziani e fragili “anche di fronte a una recrudescenza del virus” e “dobbiamo rinnovare questo appello anche a tutti coloro, che purtroppo sono ancora tanti, che non hanno completato il ciclo vaccinale, e cioè la dose booster”, ha aggiunto.

“Dopodiché - ha detto ancora - credo che l'obiettivo debba essere arrivare a un richiamo annuale del vaccino. Non parlerei più di dose aggiuntive, ma di richiami annuali. Speriamo - ha concluso - di avere a disposizione anche un vaccino bivalente, che comprenda anche il vaccino influenzale”.

Un riferimento anche alle scuole. Come governo abbiamo messo a disposizione delle regioni risorse importanti per installare nelle scuole impianti per la pulizia dell'aria. Ci auguriamo che venga sfruttata questa pausa estiva per mettere a terra queste risorse per creare aule areate, e che quindi consentano di raggiungere l'obiettivo non solo di iniziare anno scolastico in presenza, che ritengo scontato, ma di iniziarlo anche senza mascherina. Il tempo lo abbiamo - ha concluso - e possiamo raggiungere questo obiettivo se ognuno farà la sua parte”.



04 luglio 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy