Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 15 OTTOBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Napolitano: “Evitare precipitosa fine della legislatura”

Così il presidente della Repubblica è intervenuto in merito alla decisione del Pdl di lasciare la maggioranza che sostiene il Governo Monti. “E’ necessario, ha detto Napolitano, cooperare responsabilmente a un'ordinata, non precipitosa e non convulsa conclusione della legislatura".

06 DIC - “Sappiamo che la imminente conclusione della legislatura, e quindi l'avvicinarsi delle elezioni per il Parlamento, stanno suscitando crescenti tensioni tra le forze politiche, da oltre un anno impegnatesi nel sostenere un governo cui non partecipassero esponenti dei partiti. Ci sono tensioni politiche pre-elettorali che anche fuori d'Italia possono essere comprese senza suscitare allarmi sulla tenuta istituzionale del nostro paese. Questa tenuta è fuori questione, ho il dovere di riaffermarlo pubblicamente e mi sento in grado di farlo. E' però necessario a tal fine cooperare responsabilmente a un'ordinata, non precipitosa e non convulsa conclusione della legislatura e dell'esperienza di governo avviata nel novembre 2011".
Così il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è intervenuto in merito alle vicende delle ultime ore che rischiano di mettere in crisi il Governo Monti dopo la decisione del Pdl di lasciare la maggioranza che lo sostiene.

Napolitano ha parlato nel corso della riunione del Consiglio direttivo dell'Anci tenuta in Campidoglio. “Alla delegazione dell'Anci, guidata dal Presidente Del Rio, che ho ricevuto la scorsa settimana, ho manifestato il mio interesse a intervenire a un incontro più ampio, con il Comitato Direttivo dell'Associazione, per ascoltare preoccupazioni e prese di posizione importanti per il presente e per il futuro della Repubblica di cui i Comuni sono istituzione di base e parte integrante”. Ma “non posso non partire - ha continuato il Capo dello Stato - dai fatti nuovi verificatisi nelle ore scorse e ancora in via di sviluppo, anche perché essi non possono non influenzare anche il quadro in cui porre i problemi che stanno particolarmente a cuore all'Anci”.


"Occorre – ha detto Napolitano - una considerazione, quanto più obbiettiva e serena sia possibile, del residuo programma di attività previsto nelle due Camere, delle scadenze istituzionali - anche nel senso di adempimenti normativi - che si concordi nel ritenere inderogabili, nonché dei tempi necessari e opportuni per una proficua preparazione del confronto elettorale. Mi riservo - ha concluso il Presidente - di compiere nella prossime ore i conseguenti utili accertamenti".

 

06 dicembre 2012
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy