Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 25 GENNNAIO 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Inquinamento acustico. Dal Parlamento europeo limiti sonori più stretti per le auto

Il limite per le automobili standard, per proteggere la salute pubblica, sarà ridotto da 74 db a 68 db. Mantenuto quello per i camion più pesanti a 81 db. Raccomandata anche un’etichettatura delle automobili, per la sicurezza dei pedoni, al fine di rendere udibili i veicoli ibridi e elettrici.

07 FEB - I limiti ai rumori delle automobili saranno ridotti per proteggere la salute pubblica, secondo un progetto di legge votato lo scorso mercoledì in Parlamento. I deputati hanno anche raccomandato di introdurre un'etichettatura delle auto per informare i consumatori sui livelli acustici e di rendere udibili i veicoli ibridi ed elettrici per avvertire i pedoni. L'esposizione continua ad alti livelli d'inquinamento acustico potrebbe esaurire le riserve dell'organismo umano, limitando la funzionalità degli organi e portando allo sviluppo di varie malattie, tra cui quelle cardiovascolari. Metà della popolazione urbana dell'UE, secondo l'Agenzia europea dell'ambiente, è esposta a livelli d'inquinamento acustico superiori ai 55 db.

"L'impatto nocivo del rumore del traffico è stato scientificamente provato, ma la proposta legislativa è interamente concentrata sul rumore generato dal motore del veicolo. La mia idea era più completa fin dall'inizio: dobbiamo affrontare altri fattori quali la strada asfaltata di qualità, l'aerodinamica e i pneumatici", ha detto il relatore Miroslav Ouzký durante il dibattito precedente il voto. Sarà lui a negoziare l'accordo con gli Stati membri.


Limiti sonori più stretti. Il disegno di legge propone di introdurre gradualmente nuovi limiti sonori entro sei (per l’omologazione di nuovi tipi di veicoli) e otto anni (per l’immatricolazione, la vendita e la messa in circolazione di veicoli nuovi) dall'entrata in vigore della legislazione.
Il limite per le automobili standard sarà ridotto da 74 db a 68 db. I veicoli più potenti avranno un margine di massimo da 2 o 6 decibel in più. Tuttavia, i deputati hanno mantenuto il limite per i camion più pesanti (oltre le 12 tonnellate) a 81 db. I deputati hanno sottolineato comunque che il rumore dei veicoli è anche causato dall'asfalto, dagli pneumatici e dall'aerodinamica.

Etichettatura per il rumore. I deputati vorrebbero introdurre un sistema di etichette per le nuove auto, in modo da informare i consumatori sul livello sonoro. Etichette simili sono già usate per il consumo di carburante, il rumore degli pneumatici e le emissioni di CO2.

Pericolo silenzioso. La preoccupazione è stata rivolta anche ai motori silenziosi delle auto elettriche e ibride, che possono mettere a rischio i pedoni. In questo senso si è chiesto un regolamento obbligatorio che imponga un suono a questi veicoli. Il progetto di legislazione ha individuato un numero di standard che dovrebbero essere sviluppati per creare il Sistema di allarme acustico per veicoli.

07 febbraio 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy