Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 22 OTTOBRE 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Iss. Lorenzin a precari in protesta: "Lavoriamo per cercare una soluzione"


Una cinquantina di lavoratori in presidio ha incontrato questa mattina il ministro della Salute in occasione del convegno sulla Giornata mondiale senza tabacco. L'istituto conta oltre 500 precari in attesa di stabilizzazione. Lorenzin: "E' una questione che ho a cuore".

31 MAG - Protesta dei precari dell'Istituto superiore di sanità, che hanno accolto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, intervenuta in occasione della Giornata mondiale contro il fumo, con un presidio e uno striscione che recitava: "La proroga non è la soluzione ai precari serve una nuova stabilizzazione". Il ministro ha rassicurato i lavoratori presenti, facendo presente di "capire bene la questione e il punto di vista dei lavoratori, che cercano una stabilizzazione professionale". Ma "i problemi della Pubblica amministrazione li conosciamo tutti, si tratta di una vicenda che ho a cuore. Con pazienza e determinazione dobbiamo cercare di trovare una soluzione".

L'istituto, ha spiegato Cristiano Fiorentini, tecnico dell'Iss e parte dell'esecutivo nazionale Usb pubblico impiego, ha "più di 500 precari, tra contratti a termine e co.co.co. un terzo dei lavoratori. L'età media è intorno ai 40 anni, tutti professionisti, la maggior parte di loro lavora all'Istituto da dieci anni". Per 130 di loro il contratto scadrà a fine anno. E oggi, oltre ai problemi legati dall'incertezza del fondo ordinario stanziato dal ministero di anno in anno, "temiamo che con il riordino dell'Iss arrivi in realtà un ridimensionamento dell'Istituto".

L'Istituto, ha sottolineato anche il presidente Fabrizio Oleari "sta seguendo con attenzione la questione dei precari". "In questo periodo storico le Istituzioni rischiano di apparire fragili e lontane agli occhi dei cittadini - ha aggiunto Lorenzin intervenendo al convegno - per questo bisogna rafforzare quelle portanti per dare certezze ai cittadini e futuro alle nostre eccellenze. Stiamo ragionando per vedere come fare. E di sicuro - ha concluso - lavoratori in sofferenza non possono lasciare indifferenti mentre pensiamo al futuro della ricerca".
 

31 maggio 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy