Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 22 AGOSTO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Sanità corrotta. D’Ambrosio Lettieri (PdL): “Puglia maglia nera. Servono più controlli e riorganizzazione sistema”

"La Puglia ha conosciuto, sul fronte sanitario, in questi dieci anni, una sistematica involuzione certamente non attribuibile alla professionalità degli operatori che, a vario livello, spesso sono costretti a lavorare in condizioni difficili". "Non si può più indugiare sul carattere propagandistico di una Puglia migliore che non c’è".

21 SET - “Secondo una indagine condotta da Trasparency International Italia, in collaborazione con  RiCCS (Centro ricerche studi su sicurezza e criminalità) e Ispe-Sanità, al Sud va la maglia nera per la corruzione nella sanità. La Puglia è seconda solo alla Campania, con Sicilia e Calabria. E’ un quadro preoccupante che mette in rilievo la necessità – per la verità ribadita da tempo, in diverse occasioni e in tutte le sedi anche con atti parlamentari – da una parte di introdurre meccanismi virtuosi ed efficaci di controllo serrato e di gestione, dall’altra di riorganizzare il sistema, rendendolo più snello, efficiente e ordinato.
 
Lo smantellamento del sistema sanitario senza un contestuale risanamento, unito ad un corretto  riassetto territoriale e amministrativo dell’assistenza che si deve garantire ai cittadini, i ritardi e gli interventi spot, gli sprechi, l’ingerenza della politica nelle nomine e l’azione burocratico-amministrativa quantomeno farraginosa specialmente nel settore degli appalti di beni e servizi, dove la spesa è maggiore e i rischi pure, non fanno altro che agevolare comportamenti scorretti e divenire terreno fertile anche per infiltrazioni mafiose.

Purtroppo, la Puglia ha conosciuto, sul fronte sanitario, in questi dieci anni, una sistematica involuzione certamente non attribuibile alla professionalità degli operatori che, a vario livello, spesso sono costretti a lavorare in condizioni difficili. Le stesse Asl assumono – vedi il caso dei medici destabilizzati – atti spesso in contraddizione tra loro e comunque incoerenti, perché, a monte, sono assenti indirizzi programmatici chiari e lineari, coerenti con le esigenze del territorio e con l’obiettivo di ottimizzare servizi e risorse.
 
Se le cucine degli ospedali cadono a pezzi (anche di ospedali di costruzione recente come il San Paolo di Bari), le liste d’attesa per la diagnostica aumentano a dismisura, si addensano ombre sulla gestione del 118, se una signora caduta all’interno dello stesso Policlinico è costretta ad attendere per oltre mezz’ora, per terra e tra i dolori lancinanti di una frattura al braccio, l’arrivo di una ambulanza,  se sui luoghi di un lavoro così delicato come quello dedicato alla salute mentale e alle dipendenze la sicurezza è un optional e il governo regionale reagisce come se vivesse su un altro pianeta alla morte violenta di una psichiatra, se medici, infermieri, operatori sanitari in generale lamentano l’assenza di un confronto costruttivo e preventivo sui provvedimenti da adottare in favore di una migliore organizzazione strutturale e organica, allora non si può più indugiare sul carattere propagandistico di una Puglia migliore che non c’è. Neanche e tantomeno quando a dipingerla, è la terza carica dello Stato che mal si presta a divenire strumento di una parte politica” .
 
Lo dichiara in una nota il sen. Luigi d’Ambrosio Lettieri, capogruppo PdL Commissione Igiene e Sanità del Senato.

21 settembre 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy