Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 15 LUGLIO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Alimenti. Interrogazione di Gal su etichette ingannevoli. “Casi sospetti a Roma nei negozi Eataly, Coop e Carrefour"

Antonio Scavone e Giuseppe Compagnon senatori di Gal in un’interrogazione chiedono al governo di intervenire contro le etichette ingannevoli poste su alcuni alimenti. E in proposito citano alcuni casi sopetti rilevati dal Codacons in tre punti vendita dei famosi marchi nella capitale.

30 GEN - Intervenire contro le etichette ingannevoli poste su alcuni alimenti. È quanto chiedono il vicepresidente vicario del gruppo Grandi Autonomie e Libertà, Antonio Scavone, e il senatore Giuseppe Compagnone in un’interrogazione ai ministri della Salute Beatrice Lorenzin, dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, e delle Politiche agricole ad interim, Enrico Letta.
 
“L'etichetta dei prodotti alimentari – spiegano Scavone e Compagnone – è uno strumento indispensabile di informazione sulle caratteristiche dei prodotti alimentari. Attraverso un monitoraggio effettuato dal Copalcos, osservatorio permanente del Codacons, si è rilevato che presso gli store di Roma Eataly (Piazzale XII Ottobre 1492), Coop (via Cornelia 154) e Carrefour (Pizzale Eroi 13) vengono venduti prodotti alimentari la cui etichettatura e presentazione grafica è fortemente incentrata sulla garanzia di elevata qualità, connessa alla pretesa origine tutta genuinamente italiana e locale.
 
Tra i presunti profili di ingannevolezza dei prodotti analizzati, è emerso, tra gli altri, che, nella etichettatura e presentazione grafica delle confezioni, vengono indicati, accompagnati da immagini grafiche suggestive, ingredienti caratterizzanti di origine italiana, in alcuni casi, senza alcun riferimento esplicito circa la quantità e le percentuali contenute nel prodotto”.

 
Alla luce di questa situazione i senatori Gal chiedono “quali iniziative intendano adottare i ministri interrogati per assicurare l’uniforme applicazione sul territorio delle norme vigenti, da parte delle aziende citate e di tutti i venditori e produttori di prodotti alimentari, la cui etichettatura non è conforme alle norme previste dall’ordinamento giuridico; quali iniziative intenda poi adottare nei confronti delle aziende citate e di tutti i venditori e produttori di prodotti alimentari che si siano resi responsabili di condotte illecite e contrarie alle normative di settore, ai danni dei consumatori e, infine, quali misure intenda avviare il Ministro per garantire l'effettiva applicazione della legge e l'avvio di un sistema adeguato ed efficiente di controlli”.

30 gennaio 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy