Quotidiano on line
di informazione sanitaria
20 OTTOBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Spending Review. Renzi: “Revisione non equivale a tagli". Lorenzin: "No allarmismi, ma servono garanzie sul Fondo"

Su Twitter il premier ha chiarito che la “revisione della spesa non significa tagliare la sanità”. Poco dopo il ministro ha spiegato che "a oggi mi è stato chiesto il taglio del tre per cento sulle spese del ministero e lo stiamo predisponendo".

12 SET - Da sempre il presidente del Consiglio Matteo Renzi è molto attivo sui social network. Oggi, nel tentativo di fare chiarezza sulla spending review e sulle polemiche scatenate dai governatori contro l’ipotesi di eventuali tagli in sanità, è tornato sul tema affidando una sua “nota ufficiale” al suo social preferito: Twitter.
 
Questa mattina infatti ha “cinguettato” alle regioni dicendo che “revisione della spesa non significa tagliare la sanità”. E successivamente ha suggerito ai governatori, non senza una nota di polemica “prima di fare proclami inizino a spendere bene i soldi che hanno”.

Poco dopo il cinguettio del premier, anche il ministro Lorenzin è tornata sull’argomento durante l’inaugurazione del nuovo poliambulatorio della Lilt a Bari. "Non bisogna fare allarmismi sui tagli alla sanità – ha sottolineato - Sul Fondo sanitario ho letto i giornali e, secondo me, c'è un allarme eccessivo rispetto alle prospettive". E ai giornalisti che le hanno chiesto se sia o meno previsto un taglio di 3 miliardi al fondo sanitario ha risposto "al momento no".


Lorenzin ha poi spiegato che “a oggi mi è stato chiesto il taglio del tre per cento sulle spese del ministero e lo stiamo predisponendo. Dobbiamo lavorare in modo forte nella lotta agli sprechi, per questo è stato fatto il Patto per la salute in cui è prevista la centrale unica di acquisti, un nuovo sistema di benchmark anche per acquisti e i nuovi dispositivi e farmacie, poi tutta la parte sulla digitalizzazione sanitaria".

Dall'attuazione del Patto “ci possano essere molti risparmi dal prossimo anno e – ha osservato - lavorerei più su quello invece che sul dare suggerimenti metodologici: adesso procediamo per step perché è inutile creare allarmismi prima del tempo". E sulle rassicurazioni chieste dalle Regioni ha commentato: "Anche il Ministro della Salute vuole essere rassicurato".

 
 

12 settembre 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy