Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 23 LUGLIO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Stato Regioni e Unificata. Alla prossima conferenza il decreto “precari”, riparto hanseniani e sanità penitenziaria. I documenti

Come anticipato dal ministro Lorenzin prima di Natale alla prossima Conferenza arriverà il Dpcm per lo sblocco dei concorsi del personale a tempo determinato del Ssn che potranno così concorrere per il contratto a tempo indeterminato. Ecco i documenti: DPCM PRECARI, HANSENIANI, SANITÀ PENITENZIARIA.

09 GEN - La prima Conferenza Stato Regioni del 2015, prevista per il 22 gennaio, avrà sul tavolo il provvedimento già preannunciato dal ministro Lorenzin prima di Natale. Stiamo parlando del Dpcm per lo sblocco dei concorsi in sanità destinati al personale con contratto a tempo determinato del Ssn. Non è la tanto attesa soluzione “finale” per il precariato sanitario ma certamente un primo passo significativo come hanno riconosciuto anche i sindacati.
 
In sostanza la bozza di Dpcm, come si legge nella relazione, si propone di disciplinare:
 procedure di reclutamento speciale transitorie (2013-2016), destinate al personale in possesso di contratto di lavoro a tempo determinato in misura non superiore al 50 per cento delle risorse finanziarie disponibili per assunzioni a tempo indeterminato;

 procedure di reclutamento speciale per LSU e LPU;

 la proroga dei contratti di lavoro a tempo determinato;

 possibilità di partecipare alle procedure in questione per il personale dedicato alla ricerca in sanità e per il personale medico in servizio presso il pronto soccorso delle aziende sanitarie locali, con almeno 5 anni di prestazione continuativa, ancorché non in possesso della specializzazione. 

 
Il secondo file della Stato Regioni è la proposta di deliberazione CIPE per il riparto della quota a destinazione vincolata per l’assistenza agli hanseniani e loro familiari relativa al fondo sanitario 2013. In tutto 1 milione e 334 mila euro. La proposta di riparto regionale prevede una serie di correzioni nelle assegnazioni sanando anche il regresso in materia. Da notare che l’Emilia Romagna non riceverà alcun finanziamento in quanto la stessa regione ha dichiarato di non aver erogato alcun sussidio agli hanseniani e che da questi finanziamenti sono comunque escluse per legge Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Trento e Bolzano.
 
Il terzo accordo in materia sanitaria che andrà però alla Conferenza Unificata è infine quello per il riparto di 165,424 milioni da destinare alla sanità penitenziaria per la parte a carico del Ssn nell’anno 2014. Tale somma sarà ripartita tra le Regioni tenendo conto della presenza degli Opg e di Centri clinici nel territorio regionale e del numero di detenuti e dei minori a carico della Giustizia minorile nelle diverse regioni.

09 gennaio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy