Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 07 FEBBRAIO 2023
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Expo. Divieto d’accesso agli animali d’affezione. Lorenzin: “Decisione non al passo coi tempi”


Con una nota a firma del Direttore Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari, il Ministero della Salute, ha chiesto al Commissario per Expo 2015, Giuseppe Sala, di rivedere le regole d’accesso. Per il ministro della Salute: "Vietare ’entrata ai cani all’area di Expo è una consuetudine limitante e non in linea con il tessuto sociale delineatosi in Italia e nell’UE negli ultimi anni".

08 LUG - Con una nota a firma del Direttore Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari, il Ministero della Salute, Beatrice Lorenzin, accogliendo le segnalazioni di cittadini e associazioni, ha chiesto al Commissario per Expo 2015, Giuseppe Sala, di rivedere le regole d’accesso all’area dell’esposizione universale per consentire l’ingresso agli animali d’affezione. "Vietare l’entrata ai cani all’area di Expo è una consuetudine limitante – dichiara il Ministro Lorenzin – e non è in linea con il tessuto sociale delineatosi in Italia e nell’Unione europea negli ultimi anni".

​La legislazione nazionale e comunitaria vieta l’ingresso di animali domestici esclusivamente nei luoghi in cui si preparano o si conservano alimenti, oppure a causa di inderogabili esigenze igienico-sanitarie certificate dall’autorità. ​"La tutela degli animali - prosegue la Lorenzin - rappresenta uno dei fiori all’occhiello del nostro Paese. L'accesso ai cani è consentito secondo le norme anche nei ristoranti e negli alberghi, per questo il divieto di Expo stride. Impedire la partecipazione ad un evento pubblico a tante persone che, nel rispetto delle regole per la gestione degli animali nelle aree urbane, arrivano ad Expo con il proprio cane al guinzaglio, non appare come una decisione al passo coi tempi. Auspico in tempi celeri – ha concluso il Ministro – una revisione del regolamento sull'accesso ad Expo". 

08 luglio 2015
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy