Quotidiano on line
di informazione sanitaria
15 SETTEMBRE 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Decreto appropriatezza. Granaiola (PD): “Bene colpire gli sprechi ma non a spese dei cittadini”

La senatrice democratica rileva “come sia giusto e doveroso colpire gli sprechi, ma vanno a suo avviso colpite le inefficienze operative tecniche e gestionali e i tagli non devono essere a scapito di cittadini, soprattutto perché ne farebbero quelli che chiama “i malati meno forti”, primi fra tutti gli anziani”

24 SET - “La battaglia agli sprechi in sanità non può essere combattuta con astratte, burocratiche tabelle e protocolli che alla fine, di fatto, vieteranno ai medici di base di poter prescrivere esami e controlli, rimandandone la fattibilità ad una specie di processo sanitario di secondo grado affidato agli specialisti e per di più con il rischio di scatenare infiniti conflitti e contenziosi tra medici, strutture sanitarie e cittadini”. È quanto afferma in una nota la senatrice del PD Manuela Granaiola intervenendo nel dibattito sul Dm appropriatezza.
 
"Sarà la festa delle assicurazioni - prosegue Granaiola - e, alla faccia dell'universalismo della nostra sanità, un subdolo invito a garantirsi (per chi può) con il privato. Ci manca il “ricorso in appello” per fare una tac e saremo al completo. Il risultato finale rischia di essere quello che a pagare saranno sempre e soltanto i malati, e soprattutto le persone malate meno “forti” (per esempio gli anziani) non in grado cioè di far valere i propri diritti.
 
"Siamo consapevoli che non esistono soluzioni semplici per questioni così complesse - aggiunge la senatrice - ma prima di tutto è necessario convincere e correggere queste tendenze distorsive con iniziative formative, con controlli capillari ed adeguati, con l'educazione dei cittadini al buon uso del farmaco e la prevenzione;  solo in ultima istanza ha senso agire sulla responsabilità individuale dei medici così come per ogni altro professionista o lavoratore che non fa bene il proprio lavoro, anche perché ogni medico è diverso dall'altro ed ha diverse competenze e sensibilità".

 
"Bene dunque porsi l'obbiettivo di ridurre gli sprechi - conclude Granaiola -  ma prima di tutto colpendo le troppe, macroscopiche inefficienze operative tecniche e gestionali e soprattutto non più a spese dei cittadini".

24 settembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy