Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 18 LUGLIO 2019
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Decreto appropriatezza. Granaiola (PD): “Bene colpire gli sprechi ma non a spese dei cittadini”

La senatrice democratica rileva “come sia giusto e doveroso colpire gli sprechi, ma vanno a suo avviso colpite le inefficienze operative tecniche e gestionali e i tagli non devono essere a scapito di cittadini, soprattutto perché ne farebbero quelli che chiama “i malati meno forti”, primi fra tutti gli anziani”

24 SET - “La battaglia agli sprechi in sanità non può essere combattuta con astratte, burocratiche tabelle e protocolli che alla fine, di fatto, vieteranno ai medici di base di poter prescrivere esami e controlli, rimandandone la fattibilità ad una specie di processo sanitario di secondo grado affidato agli specialisti e per di più con il rischio di scatenare infiniti conflitti e contenziosi tra medici, strutture sanitarie e cittadini”. È quanto afferma in una nota la senatrice del PD Manuela Granaiola intervenendo nel dibattito sul Dm appropriatezza.
 
"Sarà la festa delle assicurazioni - prosegue Granaiola - e, alla faccia dell'universalismo della nostra sanità, un subdolo invito a garantirsi (per chi può) con il privato. Ci manca il “ricorso in appello” per fare una tac e saremo al completo. Il risultato finale rischia di essere quello che a pagare saranno sempre e soltanto i malati, e soprattutto le persone malate meno “forti” (per esempio gli anziani) non in grado cioè di far valere i propri diritti.
 
"Siamo consapevoli che non esistono soluzioni semplici per questioni così complesse - aggiunge la senatrice - ma prima di tutto è necessario convincere e correggere queste tendenze distorsive con iniziative formative, con controlli capillari ed adeguati, con l'educazione dei cittadini al buon uso del farmaco e la prevenzione;  solo in ultima istanza ha senso agire sulla responsabilità individuale dei medici così come per ogni altro professionista o lavoratore che non fa bene il proprio lavoro, anche perché ogni medico è diverso dall'altro ed ha diverse competenze e sensibilità".

 
"Bene dunque porsi l'obbiettivo di ridurre gli sprechi - conclude Granaiola -  ma prima di tutto colpendo le troppe, macroscopiche inefficienze operative tecniche e gestionali e soprattutto non più a spese dei cittadini".

24 settembre 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy